Titolo

Euro-Lira: uno stato, due monete

6 commenti (espandi tutti)

ma l'UE accetterebbe la doppia circolazione? Se sì, penso che altri stati potrebbero attuarla (es. germania est versus germania ovest).

 

e poi vi immaginate consiglieri regionali, poliziotti, impiegati nel pubblico impiego, docenti universitari, etc remunerati con un valore reale diverso?

 

infine, le transazioni intra-nazionali (le importazioni di panettone in sicilia nel periodo natalizio) potrebbero divenire anti-economiche (i siciliani non potrebbero permettersi il panettone)

 

scrooge

ma l'UE accetterebbe la doppia circolazione? Se sì, penso che altri stati potrebbero attuarla (es. germania est versus germania ovest).

Non credo, si tratta di un'ipotesi evidentemente provocatoria, ma di cui e' interessante esplorare le conseguenze e i meriti.

e poi vi immaginate consiglieri regionali, poliziotti, impiegati nel pubblico impiego, docenti universitari, etc remunerati con un valore reale diverso?

Mi cadono le braccia quando sento queste sparate, cosi' indicative della ristrettezza mentale dell'italiano medio.  A volte mi viene il dubbio che vengano fatte solo per indisporre gli interlocutori o per dare aria alle laringi.  Niente di personale, sia chiaro, il tuo intervento e' stata solo la goccia che fa traboccare un vaso gia' pieno, potevo replicare allo stesso modo ad una dozzina di altri interlocutori.

Hai provato a capire se per caso in Italia i consiglieri regionali hanno tutti lo stesso stipendio? Hai almeno qualche dubbio in proposito?  Mai letto i giornali, in proposito? Credi che nel mondo civile tutti i docenti universitari, i poliziotti, i consiglieri regionali abbiano lo stesso stipendio, Stato per Stato, in regioni diverse all'interno dello stesso Stato?

Dev'essere che certi ridicoli quanto sbagliati dogmi politico-statal-sindacali ormai hanno causato danni irreparabili alla capacita' cognitive e di discernimento della maggioranza degli italiani, per cui ormai non vale nemmeno la pena di indisporsi.

forse non era chiaro, ma la mia era una provocazione proprio in virtà dei dogmi politici-statal-sindacali italici...

vi immaginate i prof de La Sapienza avere uno stipendio in valore reale inferiore ai prof di Firenze, Siena, Pisa, etc? (è una provocazione!)

Parlo da profano, ma credo che i membri dell'UE vedrebbero piu' di buon grado una uscita che una doppia monetazione - che potrebbe costituire un precedente, per altri membri, di un fattore di destabilizzazione.

Voglio dire: se adesso e' conveniente per un milanese andare in vacanza in Puglia perche' costa meno, e a un pugliese andare a lavorare a Milano perche' guadagna di piu', non e' che con le due monete la cosa cambierebbe, anzi - il pugliese avrebbe il vantaggio ulteriore di importare moneta pregiata a parita' di stipendio percepito, che potrebbe anche essere piu' basso di quello di un milanese, posto che si accettino condizioni piu' dure sapendo che sarebbero per breve tempo.

Logisticamente poi si tratterebbe di avere due zecche (o due dipartimenti, fate vobis), con raddoppio delle strutture - o pensate che per magia gli italiani diventerebbero piu' virtuosi avendo la possibilita' di raddoppiare le poltrone? 

Le banche italiane, gia' notoriamente predaci, potrebbero dar sfogo alla fantasia con qualcuno che aprisse un conto in lire al sud e dovesse spostarsi o fare affari in euro. Il viceversa forse sarebbe meno sensibile, ma perche' dovrebbero perdere occasione di far pagare nuove commissioni?

Oltretutto non potendo impedire all'euro di circolare nel sud, ci potrebbe essere una ghettizzazione della moneta piu' debole - che sarebbe spendibile solo in una parte dello Stato e non altrove. Oppure si dovrebbero obbligare gli esercizi del nord ad accettare, fatto salvo il cambio, pagamenti in lire? Perche' a parita' di condizioni, e' chiaro che tutti preferirebbero gli euro.

Ovviamente, la stessa cosa potrebbe accadere per altre parti di Europa, se l'UE accettasse una doppia monetazione.

A questo punto, ritengo sarebbe piu' onesto (ri)proporre la secessione, e richiedere l'uscita dell'Italia del sud dall'area dell'euro, perche' altrimenti i problemi di cui sopra ci sarebbero comunque. 

Personalmente, concordo con Marco Esposito: l'opzione piu' praticabile e' quella del default.

sarebbe comunque contro-intuitivo per l'UE - che si è fondata attorno a un'economia unica con moneta unica - accettare il proliferare delle monete. Non so, chissà.

Concordo che sarebbe contro-intuitivo (e controproducente) per l'UE accettare una doppia monetazione, per questo secondo me accetterebbe piu' di buon grado una uscita.