Titolo

Gli undicenni e gli alcolici

1 commento (espandi tutti)

A me sembra solo che, come già evidenziato da Sandro Brusco, la Moratti abbia sparato numeri a caso (è possibile sostituire la S con due ZZ-)) e poi via con il circo evidenziato da SB.

Penso quindi che Milano costituisca l'esperimento per limitare sempre di più gli spazi di libertà, perchè anche sbronzarsi a 15-16 anni costituisce una libertà, chi non l'ha mai fatto alzi la mano.

Il nodo centrale è questo: fino a che punto è una misura di "prevenzione della cirrosi epatica" e non invece un inizio di proibizionismo morale su tutto ? Chiusura degli spazi (molestano gli abitanti), proibizionismo, fra un pò si inventeranno qualcos'altro e poco a poco si scivola nel "fascismo dolce".

Infine una nota sull'italicità del provvedimento: a 14 anni non posso avere la Carta d'Identità, mi ferma uno sghisa e non posso produrre i documenti, per il tipo di "reato" (?) è prevista solo una multa, quindi lo sghisa non mi può trattenere e portare al comando per accertamenti, se lo fa rischia  a sua volta l'abuso, insomma il solito casino all'italiana inapplicabile. A meno che le ronde...

Infine accetto scommesse sul fatto che da qui a poco troveranno almeno tre sedicenni ubriachi, che saranno multati e la notizia sarà in prima pagina su tutti i giornali. E' l'Italia...