Titolo

Gli undicenni e gli alcolici

6 commenti (espandi tutti)

Risparmiamoci gli scandalismi a base di aneddoti più o meno eclatanti, conditi di foto da Corriere della Sera, please.

Nel mondo c'è di tutto ed anche il suo contrario: ogni popolazione ha le sue code, più gente c'è più le code si allungano da entrambi i lati. Scommetto che c'è anche quello che muore di cirrosi ed è completamente astemio ed il suo opposto (quello che beve tutta la vita ed ha il fegato come nuovo).

Eviterei di trarre conclusioni di QUALUNQUE tipo da episodi come quello di Best o dell'undicenne con la cirrosi.

 

Scommessa vinta: http://it.wikipedia.org/wiki/Cirrosi_epatica

Adesso che la vaccinazione contro l'epaite B è obbligatoria da una quindicina d'anni questi casi dovrebbero essere molto più rari.

senza per questo voler incoraggiare l'abuso di alcool o trascurare la prevenzione dell'alcolismo.

La foto non serviva a fare del sensazionalismo tipo Novella 2000. Indipendentemente del fatto che ettolitri di birra siano la causa della cirrosi, e' innegaible che l'alcol sia la causa di grossi problemi di salute, sociali e familiari. Prima che morisse, la piu' nota frase di Best era "I spent a lot of my money on booze, birds (women) and fast cars -- the rest I just squandered". Mi sembrava degno di nota che lui stesso si sia voluto far fotografare in punto di morte per mandare un messaggio diverso ai giovani.

Io vorrei dire una cosa, visto che è saltato fuori il tema della cosiddetta "pubblicità progresso" riferita a condotte igieniche (nel senso più lato) che hanno poi esiti fatali per chi le pratica.

Alcuni paesi, al solito, sono più avanti di noi nel modo che hanno di pubblicizzare i rischi di alcune condotte, come appunto il fumo.

Guardate questa campagna del governo Australiano: è roba incredibile; per non parlare di quest'altro: è scandaloso...tutti i piccoli spot sono chiaramente influenzati dall'estetica e dal montaggio tipico del film horror: non sto scherzando, sono volutamente splatter, indugiano sul materiale organico (grumi di sangue e frattaglie) come solo si fa nei film horror, che peraltro piacciono parecchio proprio ai più giovani. Cosa voglio dire? Voglio dire che queste forme di pubblicità progresso che sembrano fatte apposta per colpire chi le guarda forse non sono così adatte perchè esasperano gli effetti probabili di certe condotte, rispetto alle quali chi è giovane si sente esonerato, o perchè ancora non si pone certi problemi o perchè percepisce un livello di pericolosità che è di molto inferiore rispetto a quella pubblicizzata. Io non so come si dovrebbero fare, queste benedette pubblicità progresso, né se devono essere fatte del tutto...quello che dico è che adottano un estetica horror che non colpisce parecchio, sopratutto i più giovani che di roba così ne vedono a sacchi; e soprattutto inducono una falsa percezione del rischio...perchè uno si fuma solo una sigaretta e non ha quei problemi gravissimi che gli minacciano se continua a fumare. Anche le pubblicità contro la droga sono una cosa inguardabile...ma un ragazzino che si fa una canna, vede queste cose e dovrebbe essere terrorizzato...poi invece magari, perchè le cose vanno diversamente, si fuma una canna e mica diventa uno zombie! E allora tutto il messaggio è sballato, perchè si dice: "la droga fa male", mentre in realtà, almeno all'inizio uno prova un benessere...e invece no, sempre questa estetica horror; questa foga tutta emotiva e splatter...spero si capisca cosa voglio dire.

ma non lo sai che dalle canne si passa ai cannoni, poi si entra a S. Patrignano e ci si buttano dentro, noi o lo stato, un sacco di soldi, poi magari prima o poi si entrerà in carcere come negli usa e si contribuirà al rilancio dell'edilizia (carceraria).

Hai ragione. Gli spot che linki sono inguardabili. La foto di George Best a mio parere non lo e'. La sua decisione di farsi fotografare sul letto dell'ospedale pochi giorni prima di morire non credo voglia terrorizzare nessuno. Ripeto. Io ci vedo solo la speranza che tale foto faccia riflettere i giovani sugli effetti spesso devastanti che l'abuso di alcol comporta (si chiamino cirrosi, incidenti stradali, violenza domestica, risse negli stadi, ....). Il messaggio e' credibile perche' viene da un uomo, idolo di migliaia di giovani, che aveva fatto dell'abuso di alcol motivo di vanto.