Titolo

La legge e B

2 commenti (espandi tutti)

La legge e B

palma 30/7/2009 - 15:20

marcoooooo, allora

1. non ci sono crocefissi in nessuna aula in Francia (e' appunto vietato dalla legge.)

2. che rilevanza ha cosa fanno (le donne) o son costrette a fare in Afghanistan?

3. la questione, ex post, mi sembra meno stupida di quel che pensavo

ammesso, e non concesso --dagli italiani, da me si'-- che nessuno va in giro con la croce nemmeno alal scuola elementare Pisacane di Benevento, ha diritto uno stato di legiferare su un abito che ha nulla a che fare con la propaganda religiosa.

Riepto, si supponga che alcuni siano offessi dalle comunita BDSM e vadano in giro con una donna al guinzaglio e/o con uomo al guinzaglio (si noti, non minorenni), puo' o deve un governo intervenire?

La domanda e' meno provocatoria di quel che sembra: nel cas di Bdsm non e' solo la rappresentazione della sottomissione, ma lo sottomissione An sich ...

ergo, tutto il resto e' irrilevante, se non fosse di origine religiosa, farebbe differenza? no, ripeto i simboli religiosi sono gia' vietati dove si *puo*, a casa mia mivesto quando ne ho voglia o da satanista o da hare khrishna adept, e leggo avidamente i volumi della scientologia....

Re: La legge e B

Marcks 30/7/2009 - 19:02

Palmaaaaaaaaa, allora

 tu scrivi il post e noi scriviamo i commenti...ognuno con quel che sa :-); tu parlavi della francia, io parlavo più in generale di quali (possibili) criteri usare per sapere se uno stato deve legiferare su certe questioni....tutto qui.