Titolo

I bambini so' piezz'e core...

3 commenti (espandi tutti)

C'è qualcosa nei rapporti Sud-Nord che si va delineando: siamo tutti una bella nazione, siamo tutti per l'unità nazionale, ma in fondo in fondo sono sempre gli altri (nel senso di italiani altri, quelli abitano dall'altra parte dello stivale) ad essere i peggiori.

Tuttoscuola ha le idee chiare: i peggiori sono gli altri (del Nord). 

PS: interessante come l'autore dell'articolo (un insegnante, almeno dovrebbe esserlo) descrive gli strumenti di analisi utilizzati per la validazione dei dati. Speriamo solo non insegni matematica o inglese...

 

Tuttoscuola ha le idee chiare:

Una lettura, come dire, avvincente: immagino con grande soddisfazione dei leghisti di Bossi, di Calderoli, di Maroni che magari si rammaricano di non avere applicato la "correzione fuzzy logic" ai concorsi che sono stati vinti da meridionali che oggi sono presenti in tutti gli uffici del Nord ed infliggono con la loro presenza  una intollerabile umiliazione ai cittadini padani che si rivolgono a loro.

Lo stesso autore , Pietro Ancona, segretario generale della cgil Sicilia in pensione, si esibisce anche in “Federalismo etnico e stato di polizia”, il titolo è già un programma della congerie di iperboliche ***  che vi si leggono. Davvero si stenta a credere che  se ne possano concentrare tante tanto sfacciate.

L’incipit: La decisione unanime del Consiglio Provinciale di Vicenza di rivendicare ai veneti le presidenze delle scuole del veneto segna l'ingresso nelle istituzioni del federalismo etnico.

La Mafai deve aver trovato qui la “fonte” che ha dato origine al suo  sdegnato pamphlet …

Questi articoli mistificatori e deliranti fomenteranno tutti coloro che hanno interesse ad accreditarli (qualcuno accredita per mero interesse, qualcun altro, pure interessato, se le beve supinamente).

Tuttoscuola ha le idee chiare: i peggiori sono gli altri (del Nord).

L'articolo espone una ridicola tesi secondo cui i cattivi risultati che emergono dai dati elaborati dall'Invalsi sarebbero risultato di un complotto razzista ai danni del Sud.  Nella breve esibizione di retorica e di cultura profusa nell' intervento sfugge all'autore uno strafalcione di Storia:

Il grande Leonardo fece un grande affresco della battaglia di Anghiari purtroppo in gran parte perduto che descrive la carneficina tra fiorentini e pisani.

L'autore si confonde con la battaglia di Montaperti che cita in precedenza, perche' la battaglia di Anghiari venne combattuta dai fiorentini contro i milanesi e non i pisani (http://www.anghiari.it/new/italiano/battaglia_anghiari.asp). Secondo Macchiavelli inoltre la battaglia non fu assolutamente cruenta.