Titolo

Padani o Polinesiani?

3 commenti (espandi tutti)

Bravo Giulio...

Ci sono considerazioni di due ordini da fare.

La prima riguarda la credibilità di chi, come dici tu, da un lato paventa improbabili traumi nei pargoli qualora siano esposti a usanze e costumi (sia nel senso di mores che di abiti) inusuali; e dall'altro però accetta l'inusualità di certi costumi a patto che siano graditi a lui, o alla sua organizzazione politica.  Messa così sembra un semplice problema di coerenza. Per esempio, Calderoli che invoca, a ragione, la totale libertà di indossare certe magliette anti-islam, è poi lo stesso che magari si impensierisce del burkini o denuncia chi definisce in maniera nn rispettosa il crocifisso: io ricorderei a questo personaggio che nn si possono giocare più parti nella stessa commedia, e se si è per la libertà propria bisogna esserlo anche per quella altrui...altrimenti si ricade nella sindrome del Marchese del Grillo: io so io e voi nun siete un cazzo.

La seconda considerazione è che, posto che uno si veste come vuole, almeno il viso deve lasciarlo scoperto per ragioni direi di "ordine pubblico".

Ps: burka, veli e donne assuorate nn mi piacciono, però almeno nella prima foto le ragazze, più carine della suora, indossano un materiale adatto all'acqua, invece quella suora si è buttata a mare con le prime cose che aveva...magari le è diventato tutto trasparente e ha rischiato di fare più peccato che se si fosse messa una pancera ascellare.

Ps: io i preti in costume li ho visti, se loro si, perchè le suore no?

magari le è diventato tutto trasparente e ha rischiato di fare più peccato

come disse don burio: piu' che un peccato e' un incubbo!

Si, io pensavo It were a sin!!! ...visto che stiamo a parlare di suore peccaminose, mi corre l'obbligo :-)