Titolo

Padani o Polinesiani?

1 commento (espandi tutti)

Aggiungo un'altra cosa: relativismo culturale non implica l'abolizione del giudizio individuale, nè di quello collettivo anche nella forma di norme pubbliche.

Ad esempio, io sono un relativista etico, per il semplice fatto che non sono un assolutista. Non esistono canoni, caratteristiche, valori etici indipendenti dal pensiero dell'essere animale che li formula. Nella realtà naturale (nè in quella "ideale") non ci sono proprietà etiche rilevabili con qualche esperimento o metodo "oggettivo".

E con ciò?

Non mi sono certo evirato della facoltà di giudicare. E di sostenere la bontà di certe norme piuttosto che altre. Certo, l'essere relativista mi farà vedere il mondo etico e politico-sociale in modo diverso, ma non per questo vedo un mondo in cui tutte le vacche sono nere.

RR