Titolo

Operazione FFF. Consigli, non richiesti, alla vittima.

1 commento (espandi tutti)

Oggi questa "altra" politica, altra dal peronismo di BS e GT, in Italia non sembra avercela nessuno.

Il "programma politiko" è stato la rovina del governo Prodi, anche perchè cercava di conciliare l'inconciliabile. Un programma troppo dettagliato lo ha messo con le spalle al muro di fronte agli alleati che reclamavamo il rispetto delle norme contrattuali e gli ha tolto ogni margine di manovra. Forse qualcuno aveva in mente il "Contratto con gli italiani" di BS, che era cosa completamente diversa: una semplice dichiarazione di priorità e buone intenzioni estremamente generiche. Qualche mente "eccelsa" probabilmente pensava che avere un programma più corposo e tecnicamente migliore fosse un plus. Niente di più sbagliato. BS si tiene le mani libere su tutto (il capo é lui e decide come gli aggrada in base alle circostanze). Il suo faro sono gli interessi di bottega. Non credo che l'etichetta di peronista gli piaccia minimamente (in Italia ha una connotazione negativa, ma non altrettanto in Argentina, dove il partito di governo si dichiara apertamente peronista). In realtà non credo che sia veramente peronista, ma qualcosa di un pò diverso. In fondo Peròn amava le masse e le classi sociali più deboli e questo lo portava verso politiche incoerenti per lo sviluppo del paese (che infatti si è involuto). BS ama soprattutto sé stesso e usa il consenso per conservare il potere e fare i propri interessi. La sua principale abilità non è di convincere coloro che hanno delle affinità o interessi comuni con lui (piccola e media borghesia per cui la priorità non è avere uno stato che funzioni, ma solo pagare meno tasse oppure coloro che sono attratti dal fascino del caudillo) ma di riuscire a catturare il consenso di quelli che, alla lunga,  non hanno molto da guadagnarci a stare con BS. Per qs le televisioni svolgono un ruolo fondamentale: anche se come dice qualcuno, le TV influenzano solo una minima parte degli elettori, l'importante è che facciano presa su una minoranza di soggetti non particolarmente affini a BS, che potrebbero tranquillamente votare altrove se non fossero costantemente imboniti da qualche programma televisivo "ad hoc"; non tutti ovviamente, che la TV serve anche a fare soldi con la pubblicità, ma la programmazione dura diverse ore e c'è sempre il modo di accontentare tutti. Oggi poi ci sono anche le reti RAI...

NB Avere uno stato che funzioni non sembra nemmeno una priorità della sx, per la quale non è prioritario nemmeno ridurre la tasse,  quindi si castra da sola. Dovrebbe invece essere una priorità per uno come Fini, e probabilmente lo è, almeno in teoria. Però non credo che abbia ben chiaro come metterlo in pratica. Il problema vero è che il meccanismo politico (non solo in Italia) è molto "short term biased" e servirebbe qualcuno che si incarichi di ricordare che non sempre ciò che buono e utile oggi conduce a vantaggi futuri. Dovrebbe essere il ruolo della cd "free press", che purtroppo in Italia è spesso affacendata a fare altre cose.