Titolo

Operazione FFF. Consigli, non richiesti, alla vittima.

8 commenti (espandi tutti)

Hanno fatto fuori Fini!

Adesso vedo le seguenti possibilità:
- Fini e i Finiani costituiscono un gruppo autonomo, come annunciato, e danno appoggio al governo: senza ritirare i propri sottosegreari e ministri, oppure ritirandoli e dando appoggio esterno. Nel primo caso, si può pensare che il Governo vada avanti senza  grossi rimpasti, nel secondo invece, un rimpasto dovrebbe esserci, visto che il governo dovrebbe cambiare un pò troppi volti tra finiani e dimissionari vari

- Fini e i Finiani fanno mancare il loro voto al governo, in un momento a scelta di qui a tre anni, nel qual caso ci potrebbe essere una crisi, se il nuovo gruppo ha abbastanza parlamentari e se il Governo non riesce a inflinare qualche nuovo deputato e/o senatore per rimpiazzarli

Ecco le mie considerazioni:

- Il Governo si indebolisce molto con la scelta di divorzio tra PDL e Fini e questo porterà incertezza per il futuro, potenzialmente per i prossimi tre anni. Per questo mi chiedo se sia stata la mossa migliore e se magari il Governo non sarebbe stato più saldo trovando un accordo con i Finiani o anche subendo lo stillicidio dell'opposizione interna

- Michele è meraviglioso e ci aveva beccato su un sacco di cose già tanto tempo fa!

Beh, vediamo allora cosa potrebbe succedere.

Anzitutto, mi sembra significativo abbiano scelto le intercettazioni come terreno per rompere. Questo mostra che BS, alla fine, è uno che sa giocare veramente duro: sulle cose che contano per lui non transige. Gli hanno massacrato il DDL a cui teneva e lui li caccia. Sulla finanziaria potete dissentire fin che volete, tanto son soldi degli altri. Sulle intercettazioni che voglio bloccare per proteggere me stesso ed i miei compari, neanche parlarne.

Siccome hanno cercato disperatamente di mediare e si sono impuntati solo sulle intercettazioni, Fini ed i suoi mi sembrano in difficoltà. Non hanno una linea politica propria, fatta salva la questione "morale" da cui, assumo, sperano di ricavare profitto a destra.

Forse sanno o sospettano qualcosa su inchieste a venire. Questa, diciamo, è l'ipotesi più desiderabile ma non la più certa (la mia fiducia nell'acume e nella chiaroveggenza del politico medio italiano è quella che è sulla base dei fatti, e non mi sembra che Fini ed i suoi facciano eccezione alla regola empirica). Se fosse vero che è in arrivo un'ondata di arresti stile Mani Pulite in cui BS rischia di giocare il ruolo di Craxi, la decisione di Fini sarebbe perfetta. In qualche maniera lo dubito. Anzitutto perché BS non ha bisogno di rubare illegalmente per arricchirsi, lo fa legalmente usando le leggi che si confeziona, quindi un suo coinvolgimento diretto sembra improbabile. In secondo luogo perché il sistema sembra molto più marcio e la magistratura molto più debole: task forces come quella del pool di Milano non se ne vedono in giro. Comunque, questa è l'ipotesi uno.

È anche l'unica "buona" al momento, perché tutte le altre portano alla vittoria totale della coppia BS-Bossi o allo stallo.

Se Fini ed i suoi escono dal governo sono i "traditori", ed hanno chiuso: il popolo del PdL è autoritario nell'anima ed avezzo a pensarsi in guerra dietro al capo. Il ruolo del TG1 del servo Minzolini è, in tutto questo, cruciale ed ancor più importante di Fede, Feltri ed altri lacché: Minzolini, che orienta la pancia incolta d'Italia, è l'uomo che più conta per BS, elettoralmente parlando.

Le manovre per il Grande Centro continuano, son sempre di più lì in mezzo (casini, rutelli, mastella, pezzotta, cacciari, galan, montezemolo che li guarda e spinge, un tot di vescovi ...) ma la gente disposta a votarli credo sia sempre meno. Per due ragioni: non hanno nulla da dire altro da "non siamo né comunisti né alleati di BS, per il momento", e uno degli effetti collaterali della politica di BS è stato quello di estremizzare il dibattito politico e le opinioni dell'elettorato. Non a caso uno come Vendola (che sotto la retorica altisonante manda un messaggio che è un misto di comunismo e di affarismo: ci sediamo nei consigli d'amministrazione delle banche però predichiamo l'alternativa all'esistente) riceve crescenti consensi a sinistra, dove invece non esce una proposta una che sia credibile. Non vedo grandi futuri per il GC, almeno al momento. Vedremo come cambia il vento.

Se rimangono dentro, come annunciano di fare nella speranza di guadagnare tempo per costruire il partito ed attrarre consensi, se li cucinano a fuoco lento. Non vedo come possano farlo, se non cedendo a continui ricatti su questa o quell'altra proposta di legge. Ovviamente è nell'interesse di BS andare al più presto ad elezioni anticipate e fare piazza pulita a destra, per cui spingerà e cercherà di provocarli a fare il gesto fatale. Come possano resistere, appoggiando un governo dove non contano nulla e che fa cose che non approvano, non capisco. Il PCI di Berlinguer si massacrò in meno di due anni comportandosi così con il governo Andreotti, ed era un partito grande e ben consolidato.

Insomma, da qualsiasi parte la giri la situazione non sembra per niente buona e l'operazione FFF sembra avvicinarsi al successo. L'unica via d'uscita, per il momento, è ancora e purtroppo quella giudiziaria.

P.S. Beh, poi ci sarebbe quell'altra via ma a quella non ci crede nessuno: che Fini ed i suoi trovassero il coraggio per far politica e, approfittando della loro visibilità mediatica, dicessero al paese la verità sulla situazione e si candidassero a guidare una politica di risanamento facendosi centro, non tanto attraverso alleanze di gruppuscoli interni alla casta ma sulla base di un progetto politico che sapesse rispondere al dramma sociale del Sud mentre ascolta le domande di emancipazione fiscale del Nord.

Difficile, ma non impossibile. Solo che per farlo occorre averci pensato ed averci lavorato seriamente, non per slogans e posizionamenti a metà tra il tattico e l'ideologico. E questo, mi rendo conto, è chieder troppo.

Bs con Mediaset + Rai vs Fini, secondo lei Michele, chi vince? :)

Rispetto a quel che dici nel P.S., qualcosa mi dice che non si realizzerà.

Orrendo nome. Ma dove hanno il cervello? Tutto per recuperare l'acronimo AN!

 

Pare si chiamerà "Futuro e Libertà per l'Italia". Hanno aderito 33 (o 34?) deputati.

Un paio di considerazioni:

1. Ho sentito oggi in radio (e.g. Gad Lerner da Oscar Giannino oggi) che se il governo cade, sarà probabilmente a causa della Lega e non dei Finiani. In questo modo la Lega potrebbe cercare di giustificare agli occhi del proprio elettorato i ritardi sul Federalismo e inoltre potrebbe venire incontro al malessere che, dice Lerner, prova la base della Lega di fronte a un PDL con un sacco di inchieste e scandali a carico

2. Rispetto a quello che dici, c'è un'incognita se Berlusconi decide di andare a elezioni anticipate: Napolitano, che potrebbe spingere per cercare di trovare un altro Governo, prima di concedere le elezioni. Rispetto al 2008, quando cadde il governo Prodi, le opposizioni attuali sembrano molto più recettive riguardo il fatto di non tornare a votare, quindi c'è incertezza anche su quel fronte

Michele è meraviglioso e ci aveva beccato su un sacco di cose già tanto tempo fa!

Questo e' culto della personalita'. Gia' immagino il volto scolpito nel bronzo