Titolo

Operazione FFF. Consigli, non richiesti, alla vittima.

1 commento (espandi tutti)

fermo restando che le mie posizioni politiche non sono liberiste/libertarie, ma di tradizionale socialdemocrazia, a me la nomina di Della Vedova mi aveva fatto piacere perché era una rottura con un partito fatto solo di ex di AN e perché le istanze liberiste devono essere rappresentate e perché sono comunque meglio come cultura politica per una destra civile del mix di populismo peronista e maccartismo alle vongole di SB. Peccato.

Anche perché un terzo polo a direzione Casini è "reazionario", una specie di nuova DC moderata, con venature clericali/integraliste anacronistiche e senza una idea nuova che sia una, e quindi inutile sul lungo periodo. Magari l'idea di fondo di questi è: "una volta che SB è fuori, ci riprenderemo l'elettorato moderato così com'è", mentre Fini mi dava l'idea che pensasse a una riconquista dell'elettorato moderato attraverso una battaglia politica contro il populismo berlusconiano. Un pò l'operazione che le leadership del PCI e della DC fecero nel dopoguerra nei confronti del sovversivismo anarcoide a sinistra e del clericalismo sanfedista a destra. Forse mi aspettavo troppo.