Title

Capitalism and socialism

5 commenti (espandi tutti)

Forse chiedo troppo ma, dai numerosi "amerikani" di NfA, mi piacerebbe sapere che risposta darebbero alla domanda che si fa MM in quel film- come mai nel Canada che ha una storia non dissimile dagli USA e una alta diffusione di armi - c'è un tasso di omicidi e di crimini violenti molto minore, senza parlare di stati europei dalla storia ancor più violenta. Lui si risponde per il clima di paura che c'è sempre stato negli USA ma ho qualche dubbio in proposito...

Il clima di paura non so bene cosa sia, bisognerebbe chiedere al signor Moore di spiegarcelo. Gli USA sono una società marginalmente più violenta di quella canadese, ma solo marginalmente. Mai notato grande differenza obiettiva. Per quanto mi riguarda, vedo più violenza sulle strade italiane che su quelle delle città americane dove son vissuto. A me, negli USA, non è mai successo nulla, in Italia son stato derubato, aggredito, rapinato ... ed ho vissuto ben più vita adulta negli USA che in Italia.

Le spiegazioni misurabili della differenza di mortalità per arma da fuoco tra USA e società simili, Canada in particolare, mi sembrano svariate, ma tutte ovvie:

- La legislazione è meno permissiva in Canada: non conta solo quante pistole ci sono, ma CHI le possiede. Vedi qui e links relazionati.

- Gli USA sono più densamente popolati e molte delle armi possedute dai Canadesi sono possedute da persone che vivono in zone a bassissima densità, quindi con scarsa probabilità di far massacri.

- Il flusso di immigranti d'ogni tipo, inclusi i tipi pericolosi, ed il limitato controllo delle loro attività è maggiore negli USA che in Canada per mille ragioni, locazionali anzitutto.

- La popolazione nera è molto maggiore negli USA che in Canada e, piaccia o meno, i delitti violenti e per arma da fuoco sono commessi con una frequenza fuori dal comune da individui afro-americani, tipicamente maschi.

Son certo vi siano altre spiegazioni, ma personalmente considero questi i fattori principali.

La popolazione nera è molto maggiore negli USA che in Canada e, piaccia o meno, i delitti violenti e per arma da fuoco sono commessi con una frequenza fuori dal comune da individui afro-americani, tipicamente maschi.

Questa era una delle tesi che MM cercava di smontare in "Bowling for Columbine" e in "stupid white men", in modo non convincente (almeno secondo me)

Praticamente tutte le persone che conosco, che vivono o hanno vissuto in USA, affermano lo stesso. Sei a conoscenza se esista una spiegazione, che non sia quella del KKK (guns don't kill nigger does)?

Moore, devo dire, non rientra fra le cose che io prendo in considerazione: il tempo è limitato. Le statistiche son lì, se qualcuno vuole contraddirle si faccia avanti.

La spiegazione KKK nemmeno mi riguarda, perché non spiega nulla.

La cultura, lo stile di vita, il sistema di valori della comunità afro-americana negli USA sono più violenti che quelle di altri gruppi etnico-culturali, fatti salvi forse i portoricani e certi segmenti di immigrazione messicana recente? Non ho dubbio alcuno che così sia. Avete mai letto i testi delle canzoni hip-hop, o girato per un quartiere nero?

Si deve tutto questo al colore della pelle? Lo dubito assai. Ad un "gene della violenza" particolare degli afro? Dubito assai anche questo. Al fatto che gli afro son stupidi e gli stupidi son violenti? Again, aria fritta. Ho una spiegazione convincente di questo fatto? No, assolutamente. Ma il fatto rimane, anche senza la spiegazione, che sarebbe ovviamente bene cercare.

Hai ragione su tutto, però probabilmente una ragione ci potrebbe essere, basta pensare alle numerose vicende storiche, non solo del '900, 'sfavorevoli' alla gente di colore e agli immigrati sudamericani. Probabilmente in molti casi c'è semplice vittismo, tuttavia non si può non considerare cosa ha dovuto subire questa gente.

In risposta alle assurdità Mooriane propongo Spike Lee (date un'occhiata a Do the Right Thing o Jungle Fever) che ben evidenzia i punti di debolezza e di forza della gente afro-americana (in particolare) e sudamericana... perchè in fondo un filo di ragione ce l'hanno tutti in tutte le azioni che compiono e in tutte le cose che pensano, poi ci sono delle eccezioni (of course there are).

Non mi voglio addentrare sui testi hiphop e sulla black music in generale, perchè il discorso mi tocca parecchio... By the way, l'unica cosa che posso dirti è che un ragione esiste sempre...può essere opinabile o meno ovviamente, ma c'è!!

Gli USA sono una società marginalmente più violenta di quella canadese, ma solo marginalmente. Mai notato grande differenza obiettiva.

A una prima veloce lettura delle statistiche direi che non è vero. A meno che ognuno dia un significato diverso di marginalmente.

Il tasso di omicidi per 100k in USA è nel periodo 1998-2004 di 6.3, in Canada di 1.8. Il tasso più elevato di sempre di omicidi per abitanti è stato di 3.0 in Canada (1975), di 10.1 in USA (1974).

Gli omicidi non costituiscono l'universo dei crimini ma ne sono probabilmente la componente più rilevante.