Title

Capitalism and socialism

4 commenti (espandi tutti)

scuse accettate.

 

Su iperliberismo mi sembra chiaro che taluno possa considerare l'idea che si possa andare troppo in là nel liberalizzare/privatizzare (è' evidente che il limite non sarà uguale per tutti). Credo che ci sia uno spettro continuo fra lo statalismo assoluto  e il liberismo assoluto. Si tratta di vedere, facendo i conti e misurando, a che punto dello spettro le cose funzionano meglio. Iperliberista non mi sembra un insulto: è la posizione di uno che è troppo liberista secondo la tua opinione.

 

PS: Nel gioco delle citazioni la mia posizione è stata un po' radicalizzata. L'iper era fra parentesi con punto interrogativo e sulla crisi ho scritto:  "Magari la carenza di regole ha qualche responsabilità nella crisi attuale". che non è proprio la stessa cosa che è stata successivamente riportata (l'iperliberismo ha causato la crisi).

famo a capisse

massimo 29/9/2009 - 08:56

 

Tanto per intenderci, un paese dove la pressione fiscale supera il 40% del pil, dove il settore pubblico intermedia circa il 50% del pil e interviene per regolamentare il restante 50% è un paese "iperliberista"?

 

Ed uno stato dove la spesa pubblica sfiora il 40% del pil (riquoto l'ottimo paper dell'IFS: http://www.ifs.org.uk/bns/bn43.pdf - tabella pag. 7)?