Titolo

scruscioFromSicily (Ma la fanno sta secessione, o no?)

2 commenti (espandi tutti)

Capirai con una semplice proporzione che la volontà di mantenere lo status quo è esplicita e di certo non può dipendere con maggior responsabilità dai cittadini del Mezzogiorno, ne tanto meno dalle sole loro élite - che sicuramente hanno grandi responsabilità.

Queste infatti ricevono i soldi che qualcuno gli dà, gli ha sempre dato, nonostante i fallimenti alla luce del sole.

Ora: io non credo che ci sia un 66% di perfetti imbecilli e che sian tutti concentrati a nord di Napoli - anche se mi stai quasi convincendo eh! - ci vedo più un meccanismo del tipo do ut des.

Fermo restando che il Nord dà al Sud dei soldi che quando non spariscono letteralmente  - ed avviene spesso - alimentano un sistema che è dannoso per il Sud stesso, cosa ci guadagna?

Con la possibilità di avere un posto pubblico che ti garantisce un futuro, sono stronzi i meridionali che lo preferiscono ad uno privato in vattelapesca srl? dove il PADRONE pretende che gli ridai in contanti metà della busta paga??! O ti assume part-time facendoti lavorare 60 ore la settimana?

Qualcuno crea le condizioni per questo. Qualcuno PAGA questo. Questo qualcuno è il Nord. Ed a me risulta difficile credere che lo faccia per beneficenza. Non sono mica 20 anni che l'Italia è unita.

Dare la colpa al Mezzogiorno dello sfacelo dello Stato Italiano dopo averlo annesso con la forza mi sembra ingenuo. Dare la colpa ai meridionali mi sembra quantomeno razzista.

Tutto qui.

Qualcuno crea le condizioni per questo. Qualcuno PAGA questo. Questo qualcuno è il Nord. Ed a me risulta difficile credere che lo faccia per beneficenza. Non sono mica 20 anni che l'Italia è unita.

Dare la colpa al Mezzogiorno dello sfacelo dello Stato Italiano dopo averlo annesso con la forza mi sembra ingenuo. Dare la colpa ai meridionali mi sembra quantomeno razzista.

Ho gia' scritto e spiegato chi al Nord sostiene l'unita' d'Italia e in cambio di quali vantaggi materiali.  Il Sud e' corresponsabile, non unico responsabile. Ma dal Sud vengono anche le maggiori resistenze a riformare il sistema.