Titolo

scruscioFromSicily (Ma la fanno sta secessione, o no?)

2 commenti (espandi tutti)

Sartori sostiene che no, non ci sarà nessuna secessione.

Interessante però notare come sembra che la colpa delle differenze N-S sia dovuto al federalismo, quando di quest'ultimo non c'è ancora traccia di attuazione...

L'analisi di fondo:

La cerniera Nord-Sud non tiene più, e si sta trasformando in un imprevisto boomerang

sulla debolezza del governo BS dovuta al dualismo di interessi territoriali, mi sembra però corretta.

Per una volta che anche Sartori riesce a fare un'analisi corretta, tu lo critichi? Ma allora non siete mai contenti voi "pedemontani"! :-)

Le due frasiche ti fanno dubitare

Non succederà; ma già il fede­ralismo fiscale sta più che mai spaccando il Paese in due. L’Italia è sempre stata divisa tra un Nord più ricco e più puli­to, e un Sud clientelare e pove­ro.

sono solo contigue, ma non vogliono indicare "causalità". Ossia, Sartori non sta cercando di sostenere che è il federalismo - che non c'è! - a creare la divisione. Dice che sta (ed esagera) spaccando politicamente il paese (ed il PdL, in particolare). Su questo secondo punto non mi sento di dargli totalmente torto.

Nemmeno sul fatto che la secessione non ci sarà gli do torto: è una constatazione, non un'augurio. È un fatto che ora, e per i prossimi 50 anni, neanche la maggioranza del Nord vuole la secessione.

Infine, per quanto riguarda il punto di fondo (meridionalizzazione del PdL), Sartori ripete, quasi due anni dopo, un'osservazione che Sandro Brusco aveva fatto pochi giorni dopo le elezioni del 2008! Forse qualche sua assistente gli avrà consigliato di rileggere gli arretrati di nFA per avere qualche idea originale si cui scrivere editoriali per il Corriere ...