Titolo

La lite Tremonti-BS. Ipotesi fantapolitiche.

1 commento (espandi tutti)

pertanto hanno previsto non meglio specificati "patti" riguardo la qualita' del servizio erogato da Alitalia

se é per questo li hanno specificati e come, alla fine di questo vecchio post se ne parla. L'antitrust poi decise. Ciò che venne imposto si trova alle pagine 54-64. Rilevano i punti 36-38. In particolare

...l’Autorità ritiene essenziale che CAI garantisca che i propri listini tariffari mantengano una articolazione tale da assicurare ampia copertura rispetto a tutti i segmenti di mercato, con particolare riguardo alle tariffe scontate che dovranno essere adeguatamente accessibili in tutti i periodi dell’anno, per tutte le rotte, su ogni volo.Inoltre, CAI dovrà garantire su ogni volo la disponibilità di almeno il 10% dei biglietti alla tariffa economy più conveniente tra quella offerta dal Gruppo AZ e dal Gruppo AP sulla medesima rotta, nella corrispondente stagione IATA precedente. Tale misura presenta il vantaggio di tutelare in maniera certa ed istantanea la fascia di consumatori più sensibili al fattore prezzo contro il rischio di un ingiustificato incremento dei prezzi a seguito della fusione. Ciò appare necessario in considerazione della circostanza per cui nel Piano Industriale di CAI si fariferimento a incrementi del ricavo medio per passeggero a partire dalla prossima stagione IATA.

condita da questa trovata alla Brunetta

In secondo luogo, l’Autorità ritiene necessario - ai fini di garantire una migliore fruizione e trasparenza delle condizioni del servizio, rispetto alle quali il vettore potrebbe non avere uno specifico incentivo, a fronte della assenza di concorrenti che possano disciplinare la sua offerta sulle rotte nazionali - che CAI si adoperi ad attivare, entro un mese dall’inizio dell’operatività del nuovo vettore aereo, un numero verde gratuito dedicato alla gestione dei disservizi in caso di cancellazione o grave ritardo dei voli, nonché uno spazio informativo sul sito web della società dedicato all’andamento dell’operativo dei voli, da cui sia desumibile per il consumatore, lo stato del proprio volo in relazione a cancellazioni e ritardi. L’Autorità ritiene altresì opportuno che CAI attivi un servizio di messaggistica per telefonia mobile, che garantisca in tempo reale la piena disponibilità delle informazioni sul volo ai consumatori che ne facciano richiesta.

Ricordo infine che il buon Castelli quando era guardasigilli (e chi se ne dimentica) tacciò l'Antitrust di liberismo selvaggio perché chiedeva di modificare le posizioni più spudorate a difesa degli ordini professionali che il nostro si ostinava a sostenere.

Se a qualcuno venisse in mente, dio non voglia, di utilizzare il colorito linguaggio di Franca Rame per apostrofare il nostro, si ricordi che questa libertà costa 3000 euro. Suggerisco caldamente di spenderli meglio.