Titolo

La verità sui PIL dell'Italia, la Gran Bretagna e l'Europa

2 commenti (espandi tutti)

Ricordo che, per quanto strano e assurdo possa sembrare, l'indice Big Mac (dicono quelli dell'Economist) funziona benissimo, in effetti è un bene assolutamente comparabile in tutti i paesi del mondo, perchè il bene è sempre lo stesso.

Ricordo che, credo dieci annifa, quei buontemponi dell'Ecomunist, scrissero un articolo sul fatto che avessero deciso di sostituire l'indice Big Mac con l'indice Kentucky Fried Kitchen, scrivendo che KFK gli dava dei soldi per sostituire l'indice, o qualcosa del genere e ci fu una "rivolta" in seno agli accademici.

Era puro umorismo anglosassone, oltre a farsi un pò di pubblicità accademica al loro indice (ci furono professori che fecero il lavoro di dimostrare che l'indice Big Mac funzionava, a gratis).

Non so adesso (è un pò che non lo leggo (-), ma prima l'indice era in ultima pagina ad ogni settimana. Lì la "bufala" del sorpasso è evidente, come sa chiunque abbia mangiato un Big Mac in Inghilterra.

Non so quanto sia serio o accurato misurare in big macs ma una cosa e' sicura: e' encomiabile lo sforzo dell'economist di cercare di spiegare cosa vuol dire potere di acquisto comparato. Il big mac index lo rende intuitivo e quanto pare ce ne e' molto bisogno, soprattutto tra i giornalisti.