Titolo

La verità sui PIL dell'Italia, la Gran Bretagna e l'Europa

2 commenti (espandi tutti)

E il tasso di cambio è in ultima analisi il valore che il mercato attribuisce all'economia di un paese.

In realta' no. Il tasso di cambio dipende da parecchi fattori: bilancia di conto corrente, tipo e volume di import e export, politica monetaria, politica fiscale... Prendi ad esempio Singapore: nonostante la sua economia sia molto piu' robusta di quella della zona Euro, nel grafico che ho accluso piu' sopra la sua valuta risulta sottovalutata di circa il 23% rispetto al dollaro, mentre l'euro e' sopravvalutato del 25%...

Soprattutto nel breve termine, i tassi d'interesse e le aspettative su di essi hanno un peso importante, a causa del carry trade. E' questo che teneva alta la sterlina rispetto all'euro fino alla crisi finanziaria, e che adesso tiene alto il dollaro australiano (tasso di sconto al 3.5%, e in salita, mentre per l'euro e' l'1%, per la sterlina 0.5% e per il dollaro quasi zero).

Lo so che dipende da parecchi fattori, e infatti avevo scritto "in ultima analisi".