Titolo

Il mago

2 commenti (espandi tutti)

Re(1): Il mago

marcospx 13/11/2009 - 17:04

Certo Marco, ovviamente anche io, da totale profano, mi rendo conto che la difesa abbia mille più modi per alungare i tempi. Nella sostanza, sono pienamente in sintonia con quello che scrivi.

Tuttavia, ad essere pignoli, questo non mi pare risponda definitivamente alla mia domanda: il giudice ha, comunque, strumenti per agire (dati i vincoli di cui parlavo, e di cui tu non fai, mi pare, che portare alcuni esempi) sui tempi dei processi? Ad esempio, può decidere di accelerare un processo che "scade" tra un anno rispetto a un altro processo che "scade" tra cinque anni? O il timing è definito dalla/e procedura/e in modo così dettagliato da non lasciare al magistrato margini di manovra?

Il giudice (non il PM) ha la possibilità di fissare udienze, anche molto serrate, anche in orari "strani" pur di accellerare il dibattimento e può (entro certi limiti) privilegiare un processo su un altro. Ma se la difesa non ci sta hai voglia di accelerare, ovvero la procedura (che, attenzione, esiste ed è una garanzia per tutti) consente al giudice di "accellerare" entro certi limiti molto piccoli, ma consente alla difesa di tirare il freno a mano, frenare a due pidei e mettere la marcia più bassa possibile. A queste condizioni anche una Maserati inchioda...

Se poi dici anche: il circuito lo devi finire in 60 secondi, quando 59 è il record della pista..