Titolo

La linea sulla sabbia ...

4 commenti (espandi tutti)

Il problema è che, secondo molti degli elettori del pdl, nessuna delle accuse fatte finora a Berlusconi è vera. Anzi, con i problemi che i cattivi gli creano (di volta in volta i comunisti, i giudici, ecc) è già riuscito a fare miracoli.

Temo anch'io che sarà ancora lunga  ma soprattutto che il dopo vedrà parecchie macerie.

Questo e' un problema del bipolarismo - a mio avviso il suo problema piu' grosso. La politica diventa una questione di stadio e si finisce per appoggiare una fazione principalmente come conseguenza di odio verso l'altra fazione. La politica "contro" e' il modo migliore per assicurarsi la fedelta' degli elettori.

C'e' anche da dire che il concetto stesso di verita' fattuale, nel dibattito italiano, non esiste piu' da anni. Non esiste un contraddittorio basato su fatti e conseguenze di azioni; e' tutta un'opinione. Ascolta questa intervista a gasparri, ad esempio. Gasparri sostiene che e' tutta un fraintendimento e che' questo provvedimento serve solo ad accorciare la durata dei processi che in italia e' inaccettabile. La demagogia paga.

In giornate come queste mi viene da parafrasare fantozzi e dire "il suffragio universale e' una cagata pazzesca".

 

Macchè problema del bipolarismo, è un problema nostro.Lo scontro politico in Italia è in stile ultrà da che ricordi (anni '80), e da che leggo pure dai tempi di Dante.

Ai tempi di Dante c'era bipolarismo infatti. E ti diro' che io definisco bipolare de facto pure il regime ai tempi del pentapartito.