Titolo

Nella cucina della ricerca sull’ambiente

3 commenti (espandi tutti)

ma dicono: ne sappiamo troppo poco, i dati non sono concordi, 20.000 anni fa non è stato così, e via cianciando.

A me pare un dire, non un "cianciare". Ne sappiamo molto poco veramente e quindi è meglio essere "scettici" ed indagare su più canali di indagine. Per esempio da piu' fonti sento dire che le temperature sono amumentate anche su pianeti a noi vicini ... ma ovviamente io non posso controllare. :-)
Mi devo fidare e chiedere ad altri di riferire se sono abbagli o cose vere.

Quello che posso controllare è la serie storica di temperatura e precipitazioni del luogo in cui vivo (è pubblica la serie dal 1864) è li vedo che il riscaldamento è un dato di fatto, a partire dal 1985. Prima di quella data, normalizzando i cicli solari di 11 anni, è relativa calma piatta tranne un picco a cavallo della seconda guerra mondiale.

Rimane il fatto che indipendentemente dalla causa del cambiamento climatico, bruciare idrocarburi è stupido e quindi appena possibile dobbiamo ricavare l'energia da altre fonti. GW o no.

Francesco

 

Puntualizzo che "cianciando" non era a te riferito, nè a Roberto Vacca, ma a quelli che dicon "ne sappiamo troppo poco perche... e via cianciando". Ahimè, Roberto Vacca comunque non fa una bella figura, visto che analizza serie storiche senza calcolare (ma è impossibile farlo!) il fattore tempo.

Infine sono d'accordo: bruciare idrocarburi non è il massimo, ma al momento non abbiamo alternative economicamente praticabili, però potremmo cominciare a produrre energia con più efficienza, e bruciare carbone non mi sembra il massimo dell'efficienza.

Puntualizzo che "cianciando" non era a te riferito, nè a Roberto Vacca, ma a quelli che dicon "ne sappiamo troppo poco perche... e via cianciando". Ahimè, Roberto Vacca comunque non fa una bella figura, visto che analizza serie storiche senza calcolare (ma è impossibile farlo!) il fattore tempo.

Ok, non lo avevo percepito come riferito a me ....  mi pareva riferito a Roberto Vacca.
Che poi ci sia chi studia e sa divulgare e chi ciancia solamente, sono d'accordo.
Roberto mi pare far parte del primo gruppo.

Francesco