Titolo

Nella cucina della ricerca sull’ambiente

4 commenti (espandi tutti)

Beato lui che è cresciuto. Intanto Mullis è uno dei tanti scettici su Global Warming e Buco dell'Ozono, anche se non è in quella lista di 700 "panettieri". Ma lui è scettico su tante cose ed in fondo, come Nobel, se lo può permettere :-)

Mullis e' responsabile per una delle piu' importanti scoperte tecniche della biologia molecolare, la PCR. La scopri' quando era piu' giovane, poi abbandono' la scienza e si diede praticamente full time all'LSD. Al momento non solo nega il global warming e il buco nell'ozono ma e' anche uno dei piu' ferventi negazionisti dell'AIDS, un forte sostenitore di alieni e astrologia.

Nota che queste non sono illazioni, lui ne e' sempre andato molto fiero e ne parla ampiamente nella sua biografia "Dancing naked in the mind field". A pagina 58 racconta di quella volta che ha incontrato nella foresta un orsetto lavatore fosforescente parlante venuto dallo spazio (qui il trascritto, chiedo scusa per il link ad un sito di ufologi).

 

Mullis e' responsabile per una delle piu' importanti scoperte tecniche della biologia molecolare, la PCR. La scopri' quando era piu' giovane, poi abbandono' la scienza e si diede praticamente full time all'LSD. Al momento non solo nega il global warming e il buco nell'ozono ma e' anche uno dei piu' ferventi negazionisti dell'AIDS, un forte sostenitore di alieni e astrologia.

Ho letto il suo libro anni fa ed il ricordo si è ormai affievolito ma credo di ricordare che prima venne la fase LSD (negli anni 70) e poi la PCR (1983) ed il nobel 10 anni dopo (un record). Il mio ricordo è supportato dalla scheda che wikipedia dedica a questi personaggio, dove si dice che " In una famosa intervista si domandò retoricamente se avrebbe mai scoperto il PCR se non avesse assunto LSD, concludendo che ne dubitava seriamente, in quanto poteva letteralmente veder lavorare i singoli polimeri e ammettendo di avere imparato parecchio grazie a tale esperienza.".
Se poi vede anche omini verdi, la cosa non ci riguarda, dato che la PCR è comunque una realtà non allucinogena ed ha rappresentato un grande passo avanti per tutti (compresa la criminologia).

Nel libro le sue argomentazioni scettiche sul tema ADIS (anche qui esiste un gruppo di scienziati che mette in discussione il legame AIDS-HIV) e sui temi abientali (buco ozono e dintorni) sono esposte in modo razionale e non allucinato. E ripeto, sia pur eccentrico, contestatore e discusso, Mullis è uno scianziato.

Francesco

 

 

Ho letto il suo libro anni fa ed il ricordo si è ormai affievolito ma credo di ricordare che prima venne la fase LSD (negli anni 70) e poi la PCR (1983) ed il nobel 10 anni dopo (un record).

Si', si', ha iniziato prima con la droga. Per questo ho scritto "full-time". Ed e' vero che lui racconti spesso che "la visione" che lo ha portato a concepire la PCR e' arrivata quando era in acido, e' un esempio tipico di serendipita'. Solo che dopo la PCR ha venduto i diritti a Perkin-Elmers, e' si e' dedicato full-time a LSD e surf. Non so cosa usi oggi. Mi dicono che LSD e' praticamente scomparso dalla circolazione.

anche qui esiste un gruppo di scienziati che mette in discussione il legame AIDS-HIV

Affrontiamo un complotto alla volta. Tutte e due contemporaneamente potrei non reggerle e morire.

anche qui esiste un gruppo di scienziati che mette in discussione il legame AIDS-HIV

Affrontiamo un complotto alla volta. Tutte e due contemporaneamente potrei non reggerle e morire.

 

Io personalmente sono anti-complottista a 360°, nell'atteggiamento così fideistico di molti addetti ai lavori sostenitori dell'AGW così come in quello relativo alla saga HIV-AIDS (nella quale, concordo, è meglio non entrare) non ci vedo nessun complotto, calza molto meglio questa metafora: si tratta di gran bei party, con tanta gnocca e cocktail gratis: e chi non ci si vorrebbe imbucare?