Titolo

Il surriscaldamento (globale) della blogosfera e il metodo scientifico.

2 commenti (espandi tutti)

Grazie ancora Giorgio per l'articolo e tutti i riferimenti. Per mancanza di tempo non ho potuto approfondire, ma mi sembra che gli argomenti a favore del GW siano piu' validi di quelli contrari cosi' come l'evidenza di un  segnale statisticamente significativo di AGW. Cio' che danneggia il consenso maggioritario degli scienziati e', oltre alla complessita' della materia, lo spirito stolidamente militante/ideologico di alcuni sostenitori. In ogni caso e' un bene che ogni tesi maggioritaria sia sottoposta a critiche e scetticismo per poter meglio mostrare i suoi argomenti.

Comprendo la stizza creata dalla militanza di molti sostenitori dell'AGW, tuttavia, e' bene ricordare che l'evidenza scientifica a favore dell'AGW e', diciamo cosi', soverchiante, mentre le posizioni dei negazionisti non sono praticamente supportate dai fatti, sono volte a proteggere interessi particolari e manipolano apertamente parte dell'opinione pubblica.

E si badi bene, stiamo parlando di negazionisti che imprimono pressioni per influenzare l'attivita' di scienziati onesti e corretti, senza contare il modo di procedere sgangherato e incommentabile di certi governi, TIPO QUELLO ITALIANO.

Considerando che gli effetti del cambiamento climatico sono potenzialmente devastanti, cio' che mi rende stizzito non e' la passione stupidamente estremizzata di certi scienziati, ma sono piuttosto le falsita', manipolazioni e scorrettezze attuate dalla maggioranza dei negazionisti.