Titolo

Il surriscaldamento (globale) della blogosfera e il metodo scientifico.

5 commenti (espandi tutti)

Premesso che non so nulla di AGW e tutto il resto, mi/vi pongo una semplice domanda: il surriscaldamento globale a quali effetti negativi conduce?

A me viene un dubbio semplice. Ho spesso sentito che il surriscaldamento globale, l'effetto serra, il buco nell'ozono (mi scuso se dico eresie..) provocheranno un innalzamento degli oceani, causando di fatto la scomparsa di gran parte delle terre calpestabili. L'innalzamento delle acque sarebbe dovuto allo scioglimento dei ghiacciai presenti nei poli terrestri.

La mia riflessione verte su una questione prettamente logica, vado solo per intuizione e niente più: se io ho una bottiglia di plastica da 1,5 litri (la classica bottiglia di acqua) riempita da 1,5 litri di acqua (ovviamente non fino all'orlo), a occhio noto che c'è ancora dello spazio all'interno di essa. Se inserisco questa bottiglia nel freezer e la riprendo dopo un giorno, la stessa risulterà essere piena fino all'orlo, ovvero, a occhio, non vedo più lo spazio vuoto all'interno di essa.

Il mio dubbio dunque è il seguente: se un certo quantitativo di acqua in forma liquida occupa meno spazio all'interno di uno contenitore rispetto ad uno stesso quantitativo di acqua in forma solida, perchè dobbiamo preoccuparci dello scioglimento dei ghiacciai?

PS Mi scuso se ho banalizzato troppo la questione, la mia vuole essere esclusivamente una riflessione dettata da un dubbio personale.

E' vero che il ghiaccio occupa più "spazio" dell'acqua ma l'artide e l'antartide presentano dei rilievi, cioè "acqua ghiacciata" sopra il livello del mare. Una volta "sciolta" occuperebbe sì meno spazio, ma non sarebbe concentrata in un punto, ciò porterebbe al temuto inalzamento delle acque.

PS

A Milano rischiamo di avere temperature più alte ed il mare più vicino! Chissà perchè non riesco a preoccuparmi ! (scherzo nè ;-))

Ti dimentichi che grossa parte dei ghiacci perenni si trovano al di sopra delle terre emerse (tutto l'Antartide ad esempio). Se quel ghiaccio si scoglie c'è un sacco di acqua che si riversa nell'oceano facendone alzare il livello in modo significativo.

d'accordo, ma per sciogliere del ghiaccio che adesso sta tutto l'anno a temperature comprese tra -50°C e -30°C, 5 °C di aumento della temperatura NON BASTANO. o il ghiacio del futuro scioglierà a -25°C?

Il problema è il ghiaccio "terrestre". l'enorme quantità di ghiaccio che c'è in groenlandia ed in antartide, più che quello "marino" dell'artico.

Il secondo problema sono i ghiacciai montuosi. Se si sciogliessero o anche riducessero di molto i ghiacci dell'Himalaya, ciao Gange...