Titolo

Il surriscaldamento (globale) della blogosfera e il metodo scientifico.

1 commento (espandi tutti)

Insomma, anche se i minerali contenuti nella terra servono anch'essi e l'evidenza sperimentale non è completamente uniforme, sembra proprio che maggior CO2 faccia crescere le piante più rapidamente e consumando meno acqua e, SOPRATTUTTO, sembra anche non sia proprio vero che, come tu sostenevi (cito a memoria) "CO2 è il cibo per le piante tanto quanto O2 è il cibo per gli uomini".

Ovvio che tutto serve ma è evidente che ogni processo (umano, economico, industriale e biotico) ha un fattore limitante. Se tu incidi sul constraint, ottieni un aumento di produzione, anche senza modificare gli altri fattori. Se il il terreno è fertile ed il Sole c'è, per la fotosintesi, ecco che il fattore limitante molto probabilmente è la CO2 (che in effetti è in equilibrio tra produzione ed assorbimento). L'esperimento è stato fatto in serra (appunto) ed aggiungendo CO2 le piante crescono di piu'. Purtroppo l'esperimento ha anche dimostrato che non crescono bene le piante di cui noi ci cibiamo ma quelle che definiamo "infestanti" ... ma questa è altra cosa. Mi pare quindi che Giorgio abbia detto una cosa assai imprecisa, forse per eccesso di verve polemica. Il carbonio della CO2 entra nel corpo della pianta e mi pare di ricordare che i grandi periodi del passato ricchi di CO2 siano legati al gigantismo vegetale (che oggi cio viene reso sotto forma di carbone, petrolio e gas).

Francesco