Titolo

Il surriscaldamento (globale) della blogosfera e il metodo scientifico.

1 commento (espandi tutti)

Signor Battaglia,

Gilestro sara' pure sbadato, MA HA SOSTANZIALMENTE RAGIONE. Egli ha cercato di spiegarsi a chi addetto ai lavori non e', ed ha scritto una frase poco chiara: CAPITA.

Invece di soffermarsi su un DETTAGLIO, bisognerebbe discutere sul PUNTO FONDAMENTALE: e cioe'che l'aumento della CO2 apporterebbe pochi vantaggi in termini di fotosintesi, e la tesi e' stata riportata sul Giornale per MOTIVI POLITICO-IDEOLOGICI.

L'idea che l'aumento della CO2 sia una buona cosa e' un tema POLITICO nato negli Stati Uniti e popolarizzato certi siti internet AFFILIATI ALL'INDUSTRIA DEL CARBONE E DEL PETROLIO, come questo (segnalatomi da un mio professore di fisiologia vegetale). Che come al solito noi italiani si debba scimmiottare le cazzate che vanno di moda negli Stati Uniti (come quella volta che hanno tentato di rimuovere l'insegnamento della teoria dell'evoluzione nelle scuole elementari), non e' cosa nuova ma e' pur sempre avvilente.

Scientificamente, come ha fatto notare Gilestro, i vantaggi non sono affatto chiari, ANZI. Se vogliamo chiedere a un esperto in materia, certo Christian Korner dell'universita' di Basilea, egli dice, concludendo a proposito dell'effetto della CO2 sulla fotosintesi, questo:

"The current understanding of the CO2 problem offers sufficient justification to urge measures for moderating human forcing of atmospheric change"

Ultimo, ma non meno importante, LA CO2 NON E' IL CIBO DELLE PIANTE. La CO2 e' IL MATTONE delle piante, come per noi gli aminoacidi. L'energia le piante la prendono dal sole, e la sfruttano grazie ai nutrienti come l'azoto. Chiaro che nel nostro caso e' un po' diverso perche' gli aminoacidi possono essere ossidati a fini energetici: ma possiamo sempre provare a mangiate ESCLUSIVAMENTE polvere di aminoacidi per un mese e vedere come va a finire - o quanto dura!