Titolo

Sanita pubblica USA: un mito da sfatare

3 commenti (espandi tutti)

Domanda da profano:

Un assicurazione del genere permette servizi di qualità per loro natura limitati nell'offerta, anche se per assurdo fosse disponibile per tutti a carico del contribuente non esisterebbe un offerta sufficiente, o sbaglio?

Detto questo per chi ha la fortuna di abitare nel Nord Italia e si informa adeguatamente ci  sono ospedali pubblici di ottima qualità, se ci sono miti sulla sanità usa, anche il mito della malasanità italiana non corrisponde al 100% alla realtà.

Credo che la tua seconda affermazione sia sacrosanta. Lo credo a naso, basandomi su racconti e poca esperienza personale. Sarebbe interessante se qualche esperto ci raccontasse le cose come sono per davvero.

Sulla prima domanda: duro a dirsi. L'offerta crea la sua domanda, ma anche la domanda crea la sua offerta. È perfettamente possiibile che se la domanda per farsi curare dai medici delle top dieci scuole di medicina del paese crescesse, forse il tutto risulterebbe solo in un aumento del loro reddito. Ma, forse, arriverebbero altri, dall'Italia o dall'India, egualmente capaci ... e le top 10 dovrebbero accettare di far parte delle top 20! A priori, è davvero difficile decidere, però sarebbe interessante provare, no?

Se il reddito dei sanitari USA è già molto maggiore di quello degli europei (mi pare di averlo letto sopra) questo dovrebbe già accadere.Immagino ci siano delle barriere all' ingresso, a cominciare da quelle linguistiche ( superabili, ma con uno sforzo); magari ci sono anche problemi di riconoscimento dei titoli.