Titolo

Sanita pubblica USA: un mito da sfatare

1 commento (espandi tutti)

Credo che una delle ragioni che sipiegano il costo relativamente basso della sanità in Italia sia anche l'assenza di strutture per i malati terminali. Il malato terminale costa più di quel che rende alla struttura ospedaliera, non esistono dunque incentivi all'accanimento terapeutico. Al contrario il malato terminale rende più di quel che cosa agli "hospices". In Italia gli "hospices" sono pochi, e quei pochi sono strutture convenzionate collegate in qualche modo a comunità religiose. Forse è per questo, che la posizione della Chiesa Cattolica sullo "accanimento terapeutico", fino a pochi anni fa decisamente contraria, sta cambiando, o è cambiata. Naturalmente tutto quello che ho detto può essere espresso in modo diverso. Si potrebbe dire che negli ospedali pubblici i pazienti terminali che "non rendono" vengono cinicamente lasciati morire e che negli "hospices" privati li si tiene in vita in omaggio alla sacralità della vita umana. In ogni caso le discussioni sul cosiddetto "testamento biologico" dovrebbero tener conto anche di questi fattori "economici".

P.S. E' già stato notato da un precedente commento che almeno alcuni anziani americani che godono di Medicare sono preoccupati che la deprecata "socialized medicine" possa portare ad un  "accanimento terapeutico" meno generalizzato.