Titolo

Lo Spreco

5 commenti (espandi tutti)

dire che180 quintali al giorno di pane buttati nella sola Milano non sono un problema, perché questo è un dato legato alle caratteristiche del processo produttivo e alle preferenze degli agenti, va oltre le mie limitate capacità di raziocinio

Qui sei troppo modesto, perche' capisci benissimo. Il punto e', come sollevato nell'articolo, che "non sono un problema" tanto quanto "non e'  un problema" la quantita' di energia solare sprecata nel Sahara. Il giorno in cui troveremo il modo di raccoglierla in modo efficiente lo faremo, e cosi' faremo anche con le briciole di pane. Farlo ora a costi irragionevoli sarebbe si' uno spreco, e un problema. 

 

dire che180 quintali al giorno di pane buttati nella sola Milano non sono un problema, perché questo è un dato legato alle caratteristiche del processo produttivo e alle preferenze degli agenti, va oltre le mie limitate capacità di raziocinio

Qui sei troppo modesto, perche' capisci benissimo. Il punto e', come sollevato nell'articolo, che "non sono un problema" tanto quanto "non e'  un problema" la quantita' di energia solare sprecata nel Sahara. Il giorno in cui troveremo il modo di raccoglierla in modo efficiente lo faremo, e cosi' faremo anche con le briciole di pane. Farlo ora a costi irragionevoli sarebbe si' uno spreco, e un problema.

Ringrazio per la degnazione, ma il problema pane è diverso da quello sahara, fosse solo per il mero problema simbolico (totemico) che ha il pane per come sottolineato da Sandro Brusco. Non credo poi si parlasse di briciole da raccogliere, ma del 10% del prodotto invenduto dei panettieri (panificatori) di Milano. Ripeto, donare alle 8 di sera le rimanenze a barboni e famiglie bisognose del quartiere è a costo zero. Ma per cortesia non tiratemi fuori l'obiezione della distorsione del mercato del filoncino e quello dell'identificazione di chi è povero e bisognoso.

il problema pane è diverso da quello sahara, fosse solo per il mero problema simbolico (totemico) che ha il pane per come sottolineato da Sandro Brusco. Non credo poi si parlasse di briciole da raccogliere, ma del 10% del prodotto invenduto dei panettieri (panificatori) di Milano. Ripeto, donare alle 8 di sera le rimanenze a barboni e famiglie bisognose del quartiere è a costo zero.

Il pane ha un valore simbolico diffusamente percepito e sono sicuro che tutti o la grande maggioranza dei panettieri e' pronta a cedere gratuitamente il pane vecchio invenduto, purche' non ci siano costi aggiuntivi e purche' non vengano danneggiati i loro guadagni, per esempio perche' qualcuno non compera di pomeriggio aspettando la distribuzione gratuita. In effetti quelli intervistati hanno affermato che nemmeno i canili erano disposti a ritirare il pane invenduto. E' possibile che si trovi il modo di ridurre questo spreco con una organizzazione piu' efficiente, ma non appare possibile la completa eliminazione.

Una cosa non avevo capito dell'articolo e richiederebbe un chiarimento, a poche righe di distanza dice che lo spreco di pane delle panetterie è tra i 3 e 7 Kg al gorno, e che c'è un invenduto del 10%, questo significa che mediamente una panetteria vende dai 30 ai 70Kg di pane al giorno?

Mi sembra che i conti non tornino.

ma il problema pane è diverso da quello sahara, fosse solo per il mero problema simbolico (totemico) che ha il pane per come sottolineato da Sandro Brusco

Capisco cosa vuoi dire. Ma se il pane avesse davvero questo valore simbolico allora perche' viene buttato? Insomma io da questi dati deduco che non ce l'abbia.

Se invece mi sbaglio e ce l'ha, allora hai ragione, e' uno spreco ed e' un problema da affrontare, perche' stiamo buttando un bene prezioso all'altare di questa religione panificatrice.

Io suggerisco pero' che il vero problema sia il totem, non lo spreco, e che se si buttasse il totem, ci sarebbero meno sprechi di risorse (cercando di salvare briciole che sfamano meno del necessario per recuperare le energie che servono a recuperarle) e piu' gente contenta.

Che poi non siano briciole ma il 10%, poco importa. Se e' inefficiente raccogliere il 10, o il 90%, e' inutile raccogliere. Al contrario, nel caso di certe minerali, si estraggono quantita' di materiale per ricavare una massa utile che sara' pari a meno dell'1% del materiale scavato. Perche' e' utile ed efficiente cercare quella briciola.