Titolo

Concorsi manipolati: il caso di Roma Tre

1 commento (espandi tutti)

Trattandosi di economisti eterodossi di matrice keynesiana, forse la presenza di un neoclassico (o del classico neo?) avrebbe messo in discussione gli equilibri interni di sottoccupazione. Scusate, ma questi eterodossi non erano quelli che si battevano per il pluralismo anche nell'analisi economica?