Titolo

Concorsi manipolati: il caso di Roma Tre

5 commenti (espandi tutti)

Dalla pagina MIUR, il prof. Garegnani (il quale come risulta dal suo sito ha come account sraffa at ...) non sembra essere in ruolo (non so se lo era al momento della decisione del CdF). Ritengo plausibile che sia stata preferita la Termini agli altri 3 perche' questi sono "neoclassici". Alcuni, sinceramente, potrebbero sostenere che e' preferibile avere nel loro dipartimento un'economista che ha passato diversi anni nei palazzi della politica e che ad esempio non promuove l'IF come criterio per premi e promozioni (le riviste eterodosse non hanno o hanno basso IF che premia le riviste che loro chiamano "neoclassiche" o mainstream) a un economista che ha molte pubblicazioni internazionali ma che non ha capito ancora che Garegnani negli anni 60 sconfisse per sempre Samuelson. Ma i diretti interessati forse possono smentire questa tesi che anche qui qualcun altro ha avanzato. 

 

 

ma che non ha capito ancora che Garegnani negli anni 60 sconfisse per sempre Samuelson.

 a boccette? a braccio di ferro?

 

Hall of fame level, Giovanni!

no, no giovanni (ciao!), ricordo bene: fu una partita a calcetto ai margini di un convegno sulla misurabilità del capitale circolante sui campi di calcio. PierAngelo manovrava  un centrattacco goleador che pareva Pelè a 17 anni, al suo primo mundialito vinto.

Lì si chiuse, d'autorità, la disputa tra le 2 Cambridge (o le 2 Harvard? Non ricordo bene...)

Lì si chiuse, d'autorità, la disputa tra le 2 Cambridge (o le 2 Harvard? Non ricordo bene...)

Fra le due Cambridge, forse. Problema è che erano (e sono) confuse entrambe le due Cambridge, Fabio (ciao!) ...

Era la partita con Rochester, Minnesota e Stanford che non riuscì proprio a chiudere!

Infatti, in quella partita non riuscì nemmeno a giocare, perché non capiva le regole e non teneva il ritmo!