Titolo

Concorsi manipolati: il caso di Roma Tre

1 commento (espandi tutti)

Chiedete gli atti e vedete se la procedura è stata rispettata, in particolare nella parte che riguarda la valutazione comparativa rispetto ai criteri enunciati nel Regolamento, da parte della Commissione che ha istruito la procedura. E' senz'altro possibile:

Consiglio di Stato, sez. VI, 18 dicembre 2007, n.6545, in Giornale di diritto amministrativo, 2008, 328.

Anche dopo le modifiche apportate agli art.22 e seguenti della l. n.241/1990, è sufficiente a legittimare l'esercizio del diritto di accesso qualsiasi interesse differenziato (non valgono, cioè, gli interessi diffusi N.d.T.B.) e protetto dall'ordinamento, purchè serio e non emulativo, ANCHE SE NON IMMEDIATAMENTE AZIONABILE IN GIUDIZIO.

Ecco a cosa serve il diritto (amministrativo, in questo caso): ad avere dei diritti.

RR

NB: come co-proprietario delle Università statali italiane, e quindi anche di Roma 3, pretendo che quanto si decide e si dispone in leggi, regolamenti, ecc. sia rispettato.