Titolo

Concorsi manipolati: il caso di Roma Tre

7 commenti (espandi tutti)

 

 

http://www.asca.it/news-CDM__LE_NOMINE_DEL_GOVERNO_A_CONSOB_E_AUTHORITY_...

Carlo Stagnaro riporta su Chicago-blog che il responsabile energia del PD, Federico Testa, si è dimesso in protesta per queste nomine. Non so esattamente contro chi siano puntate le ire di Testa.

Ci hanno detto, ci hanno detto. Più precisamente, ci avevano detto che

Valeria Termini è stata appena nominata membro dell’authority sull’energia, su proposta dell’opposizione cui spetta la proposta di 2 nomi su 5. Lei era già stata messa da [D’Alema] (equivalence class: lui e quelli che lavorano per lui ed a lui fanno riferimento..) alla vicepresidenza dell’Acea e l’attuale proposta viene da quella stessa parte.

Insomma, tutto torna, no? La fedele servitrice del partito continua ad accumulare incarichi e ricompense, pur rimanendo tanto incompetente ora quanto un anno fa: qualcuno ha evidenza alcuna che Valeria Termini CONOSCA qualcosa di economia dell'energia?

Quasi un anno dopo (e dopo che questo articolo ha ricevuto quasi 200mila visite) forse sarebbe il caso di ritornare sul tema, sia qui che in giornali a più ampia tiratura, per vedere come si sono evolute le cose e per provare a trarne una prima, parziale, morale, sulla sinistra di governo e la purulenta accademia italiana.

Vedremo di trovare il tempo.

Repubblica la dava in quota centristi

 

QUI

Repubblica la dava in quota centristi

QUI

Per non scambiare Dagospia e Repubblica, linko anche questo, che recita:

L`elenco delle caselle occupate, infine, si conclude con il ministro leghista Calderoli che ha spinto e ottenuto un posto per Luigi Carbone all`Energia e con l`apprezzata economista Valeria Termini, esperta di mercato elettrico, vicina ai centristi.

RR

 

 

è Dagospia ma riporta paro paro l'articolo di Repubblica

Comunque - UDC o PD sempre ammanicata con la politica è