Titolo

Super-immigrazione italiana: per necessità economica o per disfunzione dello Stato?

2 commenti (espandi tutti)

Il mio piccolo contributo da emigrato....

Qui in Spagna la maggior parte degli immigrati sono hispanohablante, come è gia stato fatto notare, e un buon 99% di questi sono stati destinati al settore della costruzione, dove hanno contribuito al boom economico del paese.

Credo che in questo caso i "torsi robusti" sono stati decisivi per il balzo in avanti del pil spagnolo, essendo "carne de cañon" per le imprese edili che si sono arricchite grazie alla super barata mano d'opera.

Magari non è un esempio da generalizzare, ma senza di loro non si sarebbero costruite le 800.000 case nel 2005 che hanno fatto la fortuna di tanti squali e segnato poi la crisi del paese negli anni a venire.

Nel 2009 il governo di Zapatero ha in realtá provato a sbarazzarsi degli immigrati in surplus con un piano di rientro volontario che peró, adire il vero, non ha avuto molto successo.

La caduta della percentuale degli immigrati che si vede nel grafico di Alberto è invece dovuta a una naturale discesa della contrattazione degli immigrati nel loro paese di origine, in pratica, i cacciatori di braccia delle imprese di costruzione edili, non avendo più lavoro da offrire, sono rimasti a casa cercando di vendere le case costruite invece di andare in sud america in cerca di braccianti.

Il discorso è praticamente lo stesso se guardiamo all'altro settore portante dell'economia spagnola, ovvero il turismo (camerieri, lavapiatti, etc. etc.).

Qui in Spagna la maggior parte degli immigrati sono hispanohablante, come è gia stato fatto notare,

Quando ho tempo cerco di fare il grafico per il saldo migratorio escludendo gli immigrati della stessa lingua, in questo caso prevedo che l'Italia sara' al vertice superando anche la Spagna.

Nel 2009 il governo di Zapatero ha in realtá provato a sbarazzarsi degli immigrati in surplus con un piano di rientro volontario che peró, adire il vero, non ha avuto molto successo.

La caduta della percentuale degli immigrati che si vede nel grafico di Alberto è invece dovuta a una naturale discesa della contrattazione degli immigrati nel loro paese di origine, in pratica, i cacciatori di braccia delle imprese di costruzione edili

Non si e' mai visto finora un rimpatrio di massa in seguito all'immigrazione di massa.  Gli immigrati arrivati rimangono, ci sono poche storie, e poi ci sono i legittimi ricongiungimenti familiari.  La Spagna e' passata da 15/1000 immigrati all'anno a circa 1.5/1000, gli immigrati continuano ad arrivare ma in numero 10 volte inferiore a prima. In Italia invece c'e' apparentemente ancora richiesta di badanti e raccoglitori di pomodoro, e in ogni caso gli apparati statali di controllo lasciano passare anche chi non e' invitato.