Titolo

Ma sono davvero troppi ?

1 commento (espandi tutti)

Alberto, se 120 "disoccupati napoletani" sono una realtà io alzo le mani e non vado avanti.

Ma confondere l'arrangiarsi che molti miei concittadini fanno con l'avere un lavoro mi sembra veramente troppo. O i 300 € al mese di una "sciampista" (scrivono proprio così..) sono un lavoro ? Il reddito pro-capite è una misura o no ? E secondo te, se tutti lavorassero sarebbe così basso? Ma dai...

Allora, visto che dalla statistica passiamo agli aneddoti ti posso solo dire che un mio amico che ha una ditta di spedizioni mise un annuncio per 1(un) magazziniere presso i suoi uffici all'Interporto di Nola, che non è proprio dietro l'angolo, e si presentarono in 300 (trecento). Alle 8 del mattino c'era già la fila e lo chiamò la sicurezza... beh in 300 per un posto di magazziniere a 800 euri netti, con annuncio sul giornale locale, nemmeno in primo piano non mi sembra un grande indice di alto livello di occupazione.

Poi se vuoi ti giro qualche curriculum vitae che ogni tanto mi mandano per e-mail e leggi:

attività svolta: dal XXXX al XXXX presso lo studio medico XZY con la funzione di accoglienza ai clienti e pianificazione aziendale. Faceva da segretaria e apriva la porta in uno studio medico. E questo è un lavoro?

Io vivo e lavoro al Sud, impego anche delle persone al Sud (poche), e so come si sentono orgogliose del fatto di avere un lavoro, non di vivere di elemosina, quindi non diciamo fesserie, le statistiche mostrano esattamente quello che c'è al Sud: mancanza di lavoro e mancanza delle opportunità dello stesso, non esiste alcuna "disoccupazione" prossima allo zero, ma una disoccupazione molto prossima al 20%, se non oltre. In altre sedi abbiamo discusso del perchè, e non ci torniamo sopra, perchè non ci discostiamo nell'analisi.