Titolo

Il Cosimo Mele Fan Club

4 commenti (espandi tutti)

Mi segnalano che secondo alcuni quotidiani (provo ad indovinare quali) il decreto non sarebbe anticostituzionale perche' non tocca la materia elettorale.

Per chi fosse interessato, il decreto salva-liste e' questo qui: http://blog.nicolamattina.it/2010/03/decreto-salvaliste-il-testo-del-dec... (1)

Art1 comma1, nello specifico, modifica gli articoli 9 e 10 della legge 17 febbraio 1968, n. 108 che si puo' leggere qui: http://www.comune.jesi.an.it/MV/leggi/l108-68.htm

Insomma, il decreto modifica la legge che regola le "Norme per la elezione dei Consigli regionali delle Regioni a statuto normale." Se non e' materia elettorale questa io sono pinocchio, dai.

(1) sono siti trovati via google. In particolare nel primo blog segnalo un commento che sara' di interesse per molti su nFA (enfasi mia):

la sinistra italiana becera arrogante ed ignorante ( vedi l’analfabeta Di Pietro) appartiene al mondo degli interisti : come questi ultimi avrebbe voluto vincere a tavolino!!! in galera il farneticante Tonino per le offese al nostro Presidente della Repubblica,ha perso la testa : aveva detto di voler vincere sul campo!! Parolaio!!!!!

Il decreto potrebbe essere incostituzionale anche per violazione dell'art. 122 della costituzione, dato che questa norma prevede la potestà legislativa delle regioni in materia di leggi elettorali regionali.

Il sistema d'elezione e i casi di ineleggibilità e di incompatibilità del Presidente e degli altri componenti della Giunta regionale nonché dei consiglieri regionali sono disciplinati con legge della Regione nei limiti dei princìpi fondamentali stabiliti con legge della Repubblica, che stabilisce anche la durata degli organi elettivi.

Una delle regioni ad aver legiferato è proprio il Lazio, che dopo lo scandalo delle scorse elezioni a base di firme false tra la Mussolini e Storace e l'esclusione della prima (history repeting) ha esercitato i propri poteri costituzionali e ha stabilito delle regole meno "formalistiche" per i partiti che già siedono in Consiglio Regionale.

Il decreto legge, non fissando "principi fondamentali", ma solo questioni (apparentemente) secondarie di interpretazione, rischia di invadere il campo esclusivo delle competenze regionali.

Re(3): Il Cosimo Mele Fan Club_E il Napolitano inciucio fan club

Inviato da: sabino patruno il Marzo 06, 2010 10:14 PM

Il decreto potrebbe essere incostituzionale anche per violazione dell'art. 122 della costituzione, dato che questa norma prevede la potestà legislativa delle regioni in materia di leggi elettorali regionali. Il sistema d'elezione e i casi di ineleggibilità e di incompatibilità del Presidente e degli altri componenti della Giunta regionale nonché dei consiglieri regionali sono disciplinati con legge della Regione nei limiti dei princìpi fondamentali stabiliti con legge della Repubblica, che stabilisce anche la durata degli organi elettivi. Una delle regioni ad aver legiferato è proprio il Lazio, che dopo lo scandalo delle scorse elezioni a base di firme false tra la Mussolini e Storace e l'esclusione della prima (history repeting) ha esercitato i propri poteri costituzionali e ha stabilito delle regole meno "formalistiche" per i partiti che già siedono in Consiglio Regionale. Il decreto legge, non fissando "principi fondamentali", ma solo questioni (apparentemente) secondarie di interpretazione, rischia di invadere il campo esclusivo delle competenze regionali.

 

E' partito il  primo ricorso alla corte costituzionale.

A promuoverlo è stata la regione Lazio per violazione delle proprie competenze esclusive in materia elettorale. Nel mio piccolissimo lo prevedevo nel commento qui sopra dell'altro giorno

 

Una delle regioni ad aver legiferato è proprio il Lazio, che dopo lo scandalo delle scorse elezioni a base di firme false tra la Mussolini e Storace e l'esclusione della prima (history repeting) ha esercitato i propri poteri costituzionali e ha stabilito delle regole meno "formalistiche" per i partiti che già siedono in Consiglio Regionale.

Il decreto legge, non fissando "principi fondamentali", ma solo questioni (apparentemente) secondarie di interpretazione, rischia di invadere il campo esclusivo delle competenze regionali.

 

ultim'ora da Sky: lista PDL fuori, avete vinto un seggio alla suprema corte :)