Titolo

Il Cosimo Mele Fan Club

3 commenti (espandi tutti)

Guarda, io vivevo a Lumezzane, dove la lega fa un 30% buono. In ogni bar trovi almeno una dozzina di leghisti duri e puri pronti a dare in escandescenze per ogni quisquilia.

Non ne conosco uno che prenderebbe sul serio l' idea di imbracciare il fucile.Ed abbi pazienza, ma con poche decine di uomini armati non fai un accidente, te li sistema al polizia senza manco scomodare l' esercito.In ogni caso abbi pazienza, ma se questi voglion fare la rivoluzione ci provino: che facciamo, il quasi-golpe preventivo per scongiurare quello vero? Pare un' idea presa da "Bananas".

La verità è che per quanto la lega sia di gran lunga il partito con la base più solida, la stragrande maggioranza degli italiani è cinica, sa che si tratta di bande di mariuoli e fatica già a scendere in piazza disarmata.

 

Mah... la mia percezione è diversa dalla tua. E davvero... spero sinceramente che tu abbia ragione e io torto marcio. Ma allora perché Napolitano ha firmato un decreto che non avrebbe dovuto firmare, essendo palesemente incostituzionale?

a) Come riconoscimento dei finanziamenti ricevuti dalla corrente migliorista del PCI da parte di Berlu?

b) Perché gliel'ha chiesto D'Alema? I quale continua (incomprensibilmente) a ricevere milioni di euro dalla Mondadori per libri che vendono pochissime copie. Ma per lui ovviamente il conflitto di interesse non esiste.

c) Per fare un favore al Fatto Quotdiano, che così vedrà ulteriormente aumentare la propria tiratura? (Che tanto comunque lo legge il 5% degli italiani e di conseguenza muove meno voti di quelli che controlla la banda della uno bianca)

d) Perché Scalfari gli sta simpatico e doveva dargli un nuovo argomento su cui scrivere uno dei suoi editiorali fiume in stile "profeta che apre le acque del Giordano"?

e) Perché non voleva che diventasse di dominio pubblico che ha un figlio pirla che è diventato professore ordinario solo perché è suo figlio?

 

 

senza arrivare a prefigurare alcuna chiamata alle armi, tra gli esiti imprevedibili provocati da elezioni anomale, citando scalfaro:  “Rispondo girandole a mia volta una domanda: quanti sono gli elettori del Pdl in Lazio e Lombardia? Qualche milione, no? Ora mi spieghi che cosa sarebbe successo se si fosse votato senza la lista del partito di maggioranza. Sarebbe stato eletto un organismo che non avrebbe rappresentato la realtà e che, nonostante ciò, avrebbe dovuto amministrare le due regioni senza rispecchiare davvero la società. Esponendosi per cinque anni ad agitazioni, turbative, rifiuti d’obbedienza e quant’altro. Una follia”

ora, ribadisco, se il pasticcio non troverà una soluzione praticabile nell’ambito della legalità e politicamente accettabile per l'opposizione, non resterà che accettare quello che a tutti gli effetti è un vulnus alla democrazia