Titolo

L'Assoluto e il Relativo

2 commenti (espandi tutti)

Jons, io non ho problemi a riconoscere che il punto sollevato da La peste (e riproposto da Alessandro FT oggi) e' un buon punto. Il confronto coi settori della societa' che hanno coi minori un contatto equivalente a quello della chiesa e' quello che dovrebbe fare il Vaticano se avesse voluto confrontare mele con mele.

Questo non e' stato fatto e sono invece stati dati numeri che confondono solo le idee -- non sto dicendo che questa sia una strategia di depistaggio, solo che a noi (qui su nFA) piace l'informazione corretta e l'abbiamo corretta.

Fammi precisare, se mai ce ne fosse bisogno, che qui nessuno ha detto che la chiesa e' un covo di pedofili, ne' che il sacerdozio cattolico causa la pedofilia, ne' che tutti i (o anche solo buona parte dei ) preti sono abusatori sessuali di minori.

L'espressione "prete pedofilo" e' neutra tanto quanto "avvocato ladro", se il suddetto ruba, "donna prostituta" se la medesima vende il proprio corpo, e "suora santa" se la consacrata vive come Chiara d'Assisi o Caterina da Siena. Ed e' ne' piu' ne meno grave, giuridicamente, di "panettiere pedofilo". Moralmente e' un'altro discorso se una famiglia pensa che per il proprio figlio sia meglio passare qualche ora in parrocchia piuttosto che nel retrobottega di un fornaio.

I agree, forse il mio è più un commento sulla forma di certi (pochi) commenti più che sulla sostanza.

E poi ad essere sincero, a me il binomio Chiesa Cattolica e sessualità non piace molto non solo per come la faccenda dei preti pedofili è stata coperta dal clero soprattutto in passato, ma anche per gli attacchi nei confronti degli omosessuali.

Da poco ho letto di un accademico amerikano, un certo Joseph Nicolosi, il quale ha elaborato un modello psico-dinamico di matrice freudiana che mira a mostrare come gli omosessuali siano non solo persone infelici per la maggior parte (come lui evince dalla sua pratica professionale di psicologo e dalla sua ricerca) ma anche bisognose di una terapia riparativa.

Ovviamente è stato criticato dai suoi colleghi, italiani inclusi.

Secondo Nicolosi una persona attratta da un individuo dello stesso sesso ha una identità sessuale deficiente dovuta ad una mancanza di equilibrio nella relazione triangolare con i genitori. Quindi è consigliabile sottoporsi ad una terapia per cambiare il proprio orientamento sessuale.

Queste cose le dice uno scienziato cattolico dichiarato e io le trovo abbastanza discutibili.

Quando dico che non bisogna forzare la mano nel dire che c'è una tendenza da parte dei preti ad essere pedofili non dico qualcosa di diverso da ciò che dice chi considera politically incorrect certi discorsi (che  ho sentito fare da cattolici praticanti) secondo cui gli omosessuali appartenenti alla fatidica 'gay community' sono vettori privilegiati di Aids o hanno una compulsione irrefrenabile e perversa a riunirsi nelle public toilets perchè, come la teoria elaborata da Nicolosi insegna, sono infelici e soffono enormemente di un disordine psicologico a causa del loro orientamento sessuale.

Ecco, volevo solo aggiungere questo commento perchè sembra quasi che volessi difendere i preti cattolici per forza.