Titolo

L'Assoluto e il Relativo

2 commenti (espandi tutti)

 Da quanto mi pare di capire le cifre in discussione in questa ed altre notizie riguardano i soli atti di pedofilia perpetrati da parte di appartenenti al clero, non da laici che gravitano attorno.

In realtà non è chiaro se si parli solo di preti; Lombardi usa la vaga espressione: "casi accertati in istituzioni riconducibili alla Chiesa". Cosa siano le "istituzioni riconducibili alla Chiesa", non è dato sapere. La categoria potrebbe includere tutti i gruppi (e/o le associazioni) che ruotano attorno alla Chiesa? A naso direi che è abbastanza ragionevole pensare che includa, ad esempio, le scuole e le residenze per studenti gestite da associazioni come CL, Opus Dei e compagnia cantando. In queste istituzioni lavorano, o prestano opera di volontariato, anche molti "non-preti".

 

Si la dichiarazione è suscettibile di interpretazione, ma dubito fortemente che vogliano accollarsi la responsabilità anche dei casi di laici che lavorano per la chiesa. Credo che i numeri a cui si riferisce siano esclusivamente di preti.

Se così non fosse vorrebbe dire che in Austria sono finora emersi molti meno casi che negli altri paesi, dove la % di preti accusati, usando i dati della chiesa,  è sconvolgentemente tra l'1,5 e il 5%!

(vedi anche http://it.wikipedia.org/wiki/Pedofilia_e_Chiesa_cattolica#Dimensioni_del...)