Titolo

L'Assoluto e il Relativo

5 commenti (espandi tutti)

Si stima che la stragrande maggioranza degli abusi avviene tra le mura domestiche e che i bambini sono per lo piu' abusati da genitori o parenti. Se chi abusa e' anche la persona che dovrebbe denunciare la violenza, chiaro che rimane tutto silente.

Certo, le violenze sessuali su minori, come quelle sui maggiori, avvengono in buona parte tra le mura domestiche e restano quasi sempre sommersi. Proprio per questo, se ragioniamo su quelli che emergono stiamo by default gia' escludendo molti degli abusi commessi da genitori, parenti ed amici, no?

Esattamente questo il mio punto. Il fatto che le statistiche dicono che gli educatori (preti, insegnanti etc) abbiano maggiore predisposizione agli abusi potrebbe essere semplicemente una conseguenza che siano i casi piu' semplici da stanare perche', appunto, chi abusa (es: il prete) non coincide con chi vigila e riporta (es: il genitore del bambino abusato).

si, ma mentre questa distorsione ce l'hai se guardi all'intera categoria degli educatori, non ce l'hai (sotto assunzioni ragionevoli) se confronti sottocategorie, ad esempio preti e insegnanti.

Dipende dalle sottocategorie. Il punto finale e' che non puoi confrontare insegnanti e salumieri o fruttivendoli - in linea del tutto teorica i fruttivendoli potrebbero essere la categoria che piu' abusa sui bambini solo che non lo sappiamo perche' il target tende ad essere diverso visto che l'abuso avviene in famiglia ed e' silente. Insomma, quello che contesto e' l'affermazione del signore la peste quando dice:

le persone con propensioni pedofile tendono a concentrarsi nelle professioni che consentono loro un più facile accesso all'oggetto del loro desiderio

quello che contesto e' l'affermazione del signore la peste quando dice:

le persone con propensioni pedofile tendono a concentrarsi nelle professioni che consentono loro un più facile accesso all'oggetto del loro desiderio

Oddio, non è (in senso stretto) una mia affermazione. E' un argomento su cui c'è un certo sostegno nella letteratura sugli abusi sessuali verso minori e che io mi sono limitato a riportare. La sua obiezione è interessante.