Titolo

I sandali di Baghdad

1 commento (espandi tutti)

numero di morti civili. L'ottimo sito www.iraqbodycount.org riporta tra 95000 e 104000 vittime civili accertate.

Se si vanno a contare le "morti in eccesso" con stime epidemiologiche tipo quella proposta dal Lancet, il numero è superiore (fino a 600.000). Il metodo è però controverso, e inoltre poco utile per i confronti con altri conflitti. Iraqbodycount invece si basa solo sui lanci di agenzia, se non erro.

In ogni caso, anche limitandosi a considerare le vittime dirette irachene (civili e militari) dell'invasione e dei bombardamenti, quindi le vittime prevedibili (non quelle degli attentati e delle violenze settarie successive al 2003), si ha di fronte una cifra non indifferente e certamente non giustificabile dalle giustificazioni ufficiali taroccate e neanche dalla discutibile visione globale dei neo-con americani.

Che poi io sono sicuro che gli iracheni (superstiti) vivranno decisamente meglio oggi che non sotto Saddam. E lo dicevo anche all'indomani dell'invasione (nonostante la mia totale contrarietà), all'apice del terrorismo e della libanizzazione del paese. Ma a che prezzo?