Titolo

Letture per il fine settimana 20-3-2010

5 commenti (espandi tutti)

Guarda, io ci ho provato: email, polemiche, anche incontri personali. Io non ci sono mai riuscito. E credimi che mi imponevo di essere molto educato e gradevole nelle mie critiche.

Il punto è che se certe cose le sollevi da solo, scusami se sembro cinico, fai solo folklore.

Marco hai ragione, si è soli e si combatte con i mulini al vento. Ma i ragionamenti di fassina possono andar bene per il vecchio militante PCI, per il pensionato, ma non significa niente per un giovane di diciotto anni, e meno di niente per un trentenne o quarantenne che cerca di farsi strada nel mondo del lavoro. Uno dei ragionamenti di Tony Blair quando si spostò verso il centro con alcune politiche fu "tanto a sinistra se non votano me chi votano?" Su questo assioma ci ha campato alla grande, è mai possibile che il PD debba parlare solo attraverso i rottami della storia, o peggio, attraverso la Chiesa ?

Mi domando, ma sono così tanto bestie da non capire che solo diventando più efficienti scampiamo al trsite destino che è dietro l'angolo ? Non è "redistribuendo" che ne usciamo, è solo rivalutando chi dà di più che ne usciamo, redistribuendo fra dieci anni siamo a dividerci le bacche selvatiche, perchè a me non lo ha ordinato il medico di lavorare dalle otto del mattino alle otto di sera, talvolta sabati e domeniche incluse, e se devo "redistribuire" mi fermo e aspetto che "redistribuiscano" anche a me.

Vabbè, inutile dirlo, non c'è peggior sordo... comunque io nel mio piccolissimo, infinetismo, qualche voticino lo muovo, e col cavolo che li appoggio se questa è la loro "politica".

Che poi, Marco, e mi viene da sorridere pensandoci, uno dice: "vabbè, se questi del PD hanno tutto questo consenso è chiaro che non se lo vogliono giocare con politiche nuove che la base non capirebbe". Ma dico: "stanno perdendo a man bassa, perdono comunque le elezioni, dico: non è questo il momento di osare? Tanto perdere per perdere, almeno ci provano!

Poi vedi, qui da noi ci sono le provinciali (abbiamo 8 province, e per riempire i seggi, visto che sono province inutili, credo faremo votare anche le pecore). Ecco, non è che io posso fare come alcuni di cdx che dicono: "si vabbè, a livello nazionale sento porcherie, però a livello di amministrazione locale, devi vedere lo splendore!". Ma quando mai! Devi vedere in che condizioni sono le strade provinciali.

Prima eravamo dentro la Provincia di Cagliari. Poi qualche maledetto ha creato questa Provincia del Sulcis-Iglesiente, una roba così ridicola che vennero anche quelli di Report a farsi due risate intervistando quel presidente della provincia che io, poco tempo prima ero andato a incontrare. Tutto nasceva dal fatto che questo signore aveva mandato gli auguri di natale a me e ai miei genitori (tieni presente che ho la residenza dai miei, però ha mandato cartoline personali a ciascuno di noi, entro lo stesso nucleo familiare). Io gliela rispedii indietro e gli scrissi che: a) era uno spreco di soldi; b) se le mandava come istituzione, non le doveva firmare personalmente, come invece fece.

Ovviamente venni invitato a corte. E pacatamente "rispose" alle mie critiche. Fra i suoi argomenti mi disse: "ora noi teniamo le strade a posto meglio di quando la provincia di Cagliari era del tutto assente".

Lo presi di parola. Per andare al lavoro ogni tanto percorro una bella strada panoramica, che bastano due cazzo di gocce di pioggia, è si allaga del tutto e franano massi dalle parti che sovrastanno la strada. L'anno scorso ha piovuto davvero tantissimo e io continuavo a mandare email dicendo: "ma sta cazzo di strada quando la mettete in sicurezza? E' piena di fossi, e piena di buche, ci sono torrenti che la percorrono. Conclusi dicendo: spero qualcuno si faccia male e vi costringa a pagare in solido per la vostra inefficenza". Il giorno dopo (GIURO!) si staccarono enormi massi e furono costretti a chiudere tutto.

Ovviamente manco mi risposero.

Da un po' di tempo, invece hanno messo foto delle spiaggie di casa mia nelle strade provinciali. Non sto scherzando. Tu fai le strade provinciali, e vedi nel mio paese o vicino al mio paese, le foto nei tabelloni delle spiaggie esattamente del posto  in cui sei già...e io non ne capisco l'utilità. Almeno metti le foto delle spiaggie dei paesi vicini!

Anche lì solito giro di email incazzose: scrissi loro che erano del tutto inutili quei tabelloni e che ben altre foto segnaletiche speravo di vedere, con le loro facce!

Poi scrissi in merito permessi che rilasciavano alle industrie della zona e che venivano poi bocciate dal ministero dell'ambiente. E chiesi: ma come potete aver fatto una valutazione di impatto ambientale così difforme da quella dei tecnici del ministero. Silenzio di tomba.

E queste sono solo alcune delle cose che faccio eh... e allora? Io dovrei passare le notti a fare il grafomane che scrive a destra e a manca chiedendo spiegazioni. Lo sai cosa ti dico. Siamo in democrazia, alla maggioranza sta bene così (li eleggono, li votano e li acclamano, anche se dal barbiere senti quel qualunquismo odioso che sembra che siamo un popolo di svedesi amministrati da incivili) e dunque vadano a farsi fottere, elettori ed eletti (farsi fottere è proprio il termine tecnico, perchè questo è la politica qui).

Ps: poi ovviamente, ti risparmio i commenti. Marco, ma ti conviene? E se poi ti serve qualcosa? Guarda che si vendicano...

 

Marco, a me viene ancora più da ridere al pensiero che se il PD dovesse per arcani motivi vincere le elezioni i primi che non applicherebbero mai le politiche di Fassina sono i toscani e gli emiliani, ovvero le province dove il PD vince a mano bassa (Gilberto Bonaga dice che è per il sistema di potere, ma comunque vincono).

Cioè, dico io, vuoi elaborare un pensiero economico "nuovo" ? Metti intorno a un tavolo economisti di varie estrazioni (che lui riconosce esistere nel PD), discuti e cerca di fare un programma economico innovativo, basato poi su quelle quattro liberalizzazioni fatte dal tuo capo quando era al governo, e che furono l'apice della (bassa) popolarità del governo Prodi. Insomma il solco lo hai visto, hai visto che la gente ti segue, e cosa fai ? rinneghi tutto! La frase da brividi "piuttosto che abbassare le tasse preferisco aumentare gli asili nido" è da brividi! Lega due cose totalmente slegate fra loro, perchè io potrei rispondere che, ad esempio, si possono aumentare gli asili nido diminuendo quelli che di politica ci campano, compresi il numero di parlamentari, così, giusto per demagogia spicciola, o potrei tranquillamente diminuire le tasse semplicemente abolendo tutti i sussidi ed incentivi di cui godono, in varia misure, enti, categorie di persone, territori ed industrie a vario titolo. Avresti appalusi a scena aperta, boati e ola a non finire. No, il PD parla di "redistribuzione", siamo tornati "a ciascuno secondo i suoi bisogni"...

io sono cittadino emiliano (anzi romagnolo, ma vabè) e posso dirti che qui la politica del PD è tutto fuorché liberista; motivo per cui non mi faccio incantare quando un loro candidato (ex presidente della regione Emilia per giunta!!) pretende di passarci per liberale.

E poi liberale di che? le pseudo-riforme che fece Bersani possono davvero meritarsi questo titolo? Tu sei troppo ottimista. Bersani non fece riforme liberali, e il popolo italiano non le vuole. Le vuole quando si applicano agli altri, magari a qualche minoranza impopolare (i notai...); scusate la volgarità, ma ognuno in Italia è liberale col c... degli altri.

Poi sia chiaro, quando il PD metterà in programma e attuerà in parlamento delle riforme che comporteranno l'abolizione dell'articolo 18, la privatizzazione della RAI, la privatizzazione dei servizi pubblici locali (a partire da Hera) e il pagamento delle tasse da parte delle cooperative, allora crederò che il PD è un partito liberista.