Titolo

Il contratto unico: "xe pezo el tacon del sbrego"

1 commento (espandi tutti)

L'equiparazione delle aliquote contributive è cosa buona e giusta. Diverse aliquote applicate a diversi tipi di contratto non solo creano confusione e disuguaglianza, ma distorcono gli incentivi di lavoratori e imprenditori ad applicare il contratto appropriato al lavoro prestato. Da sola, questa misura dovrebbe contribuire a risolvere molti problemi.

Il peccato originale, però, sta altrove, molto prima, quando si fissò un sistema contributivo per i lavoratori autonomi distinto e distante da quello dei lavoratori dipendenti, con un'aliquota del 16,9% (del reddito dichiarato, peraltro anch'esso distante da quello reale) [NdS: non faccio il pignolo sui dettagli e sulla storia, mi interessa il punto di principio].

In pratica accadde che agli antenati politici del berlusconismo reale, che si lamentavano del sistema di previdenza pubblica INPS, fu concessa una gestione separata, con regole diverse, pensando cisì di accontentare tutti secondo i loro gusti. Ma la divisione dei cittadini in Caste è il male endemico di questo Paese, che peraltro essendo Familista e quindi Fascista non può che risentirne "automaticamente", nei comportamenti e nella struttura. Vedasi anche alla voce "casse separate" (mi sembra 58?).

RR