Titolo

Il contratto unico: "xe pezo el tacon del sbrego"

1 commento (espandi tutti)

per i cocopro non c'e' nessun sindacato

Non c'è nessun sindacato "tradizionale", non essendoci un rapporto di lavoro subordinato, secondo il diritto del lavoro. Tuttavia a partire dalla fine degli anni '90, i maggiori sindacati hanno cominciato a cercare di "far mostra" di interessarsi dei lavoratori "atipici" (non dipendenti), costituendo organizzazioni specifiche - ad esempio NIdiL per la CGIL. L'iscrizione a tali sindacati si basa sul versamento di una quota associativa annuale - quindi slegata da percentuali "fisse" su stipendi che invece i sindacati di categoria (i.e. dei lavoratori dipendenti) contrattano collettivamente. Si tratta di una quota molto più bassa, in quanto molto inferiore è la qualità della tutela cui puoi far ricorso.

Per alcuni anni sono stato iscritto a NIdiL, in virtù di un'accordo con l'ADI (l'Associazione dei Dottorandi e Dottori di Ricerca) - ce n'era uno anche fra ADI e ALAI-CISL per essere chiari - che mi ha consentito di conoscere un po' il mondo sindacale. Niente di speciale, ma quantomeno una piccola voce che comunque non può e mai potrà dar fastidio alle federazioni di categoria.

RR