Titolo

Il matrimonio omosessuale: non si può fare

2 commenti (espandi tutti)

Le unioni omessuali sono tutelate dall'art. 3, ma lo sono per quello che sono (scusate il gioco di parole), quindi per esempio sarebbe incostituzionale una legge che discriminasse tra una coppia omosessuale ed un'altra coppia omosessuale, per violazione dell'art. 3. Al contrario, come dice la corte, non è incostituzionale la discriminazione (in senso tecnico) tra una coppia etero ed una omosessuale, perchè trattandosi di due situazioni diseguali DEVONO essere trattate in maniera diseguale, giusto il principio di cui all'art. 3.

Per me un uomo non e' altro che un individuo come lo e' una donna. Quindi, una unione tra due individui dovrebbe essere tutelata come un'altra unione tra due individui. Cos'e' sbagliato in questo ragionamento? Cosa c'e' di tanto diverso in una unione tra sessi diversi? Procreazione? Ma allora un matromonio omossessuale tra donne e' necessariamente diverso da uno omossessuale tra uomini. Anzi, e' ance piu' matrimonio di uno eterossessuale visto che di madri ce ne possono essere due. Magari per i costituenti non era un problema, ma ora... una donna che lo voglia non ha certo bisgno di sposare un uomo per avere figli.

 

In realtà anche due uomini potrebbero generare senza essere sposati...

Comunque la corte ha fatto intendere chiaramente, seppur per inciso, che la differenza principale starebbe nella (potenziale... io direi "teorica") capacità di riprodursi.

Questo argomento è certamente debole se messo così, ma tant'è.