Titolo

Voltremont a Hogwarts

1 commento (espandi tutti)

a questo punto, secondo me i numeri dati da Repubblica di oggi sono di quanto e' necessario correggere il deficit 2009 per stabilizzare il debito/PIL o forse per portarlo nel 2020 al livello pre-crisi: i numeri sono +3.4% Germania, +4.8% Italia, +6.1% Francia, piu' ancora gli altri Paesi

Alberto, a quali numeri di Repubblica ti riferisci? Io online trovo solo questi -- e incidentalmente ho trovato quest'altra panzana di Brunetta.

Ma se fosse relativo al solo 2009 non avrebbe senso, no? E' chiaro che il maggior deficit 2009 e' per quasi tutti i paesi dovuto soprattutto a riduzione del gettito e in parte a spesa controciclica (automatica o discrezionale) e che quindi e' un episodio.

Il Sole 24 Ore parla proprio di 

una correzione strutturale (dunque, permanente) del saldo primario di bilancio pari a quattro punti di Pil tra il 2010 e il 2020

Tra l'altro il Sole nell'altro pezzo linkato e repubblica fanno una confusione enorme riportando, rispettivamente,

l'aggiustamento da attuare tra il 2010 e il 2020 per raggiungere tale obiettivo è attorno al 4% dell'avanzo primario

i numeri del Fondo indicano che per arrivare a un rapporto del 60% tra debito e Pil nel 2030 l'Italia ha bisogno di un aggiustamento strutturale attorno al 4% dell'avanzo primario nei prossimi dieci anni

E' ridicolo, no? il 4% dell'avanzo primario al momento per l'Italia e' un numero negativo. Cioe' questi prestigiosi quotidiani stanno dicendo che per ridurre il debito bisogna aumentare il deficit :-)

La morale di questa storia non e' tanto che Tremonti e' un bischero (cosa che e' lampante) ma che in Italia non c'e' giornalismo economico serio. Questi quotidiani hanno riportato pari pari, evidentemente, quello che gli ha detto Tremonti. Senza verificare, senza spiegare, senza pensare. Questo e' deprimente. Ma come vengono reclutati i giornalisti economici? Sara' mica che uno ha studiato lettere, diventa giornalista, e poi inizia a seguire gli eventi economici? Se e' cosi', chiaro che quello che dice il signor ministro dell'economia dev'essere vero!

I conti che ha fatto Michele (con tanto di rettifica) sono un esercizio che possono risolvere gli studenti di un corso di macroeconomia undergraduate. Due conti con ordine sulla base dei rudimenti della contabilita' nazionale. Possibile che a nessuno di loro sia venuto in mente?

Con tutti i soldi che diamo ai giornali potrebbero fare un servizio migliore, assumendo gente specializzata tanto per iniziare.