Titolo

Mr. Stefano e Dr. Fassina

3 commenti (espandi tutti)

Marco sulle pensioni: il commento tecnico che mi verrebbe da fare e' "grazie alla mazza". Almeno nel mio settore (credito) mi pare che i contributi totali sfiorino il 40% del reddito lordo; altro che sistema in pareggio, mi aspetterei che in Italia si andasse in pensione dopo 30 anni di lavoro al più! Per la cronaca qui in simpatico paesello francofono centroeuropeo, sono al 24%, e il 16% di differenza mi finisce diretto in tasca. La cosa che mi preoccupa è che nel momento in cui il sistema andrà in pareggio (o inizierà a risultare in utile) dubito che si abbasseranno le aliquote... Si inventerà qualche privilegio per il gruppo di potere di turno.

Almeno nel mio settore (credito) mi pare che i contributi totali sfiorino il 40% del reddito lordo;

Stai confondendo trattenute (quindi compreso IRPEF, INAIL, etc.) con i  contributi INPS, che sono il 33 % mensile. Per tutti.

 

Hai ragione. Quindi il paragone andrebbe fatto tra 33% e 24%; oppure tra ~40% e ~28% (anche qui, mi pare assurdo che i contributi complementari abbiano un costo cosi' diverso); diciamo che ballano comunque 10 punti di reddito. Non sono pochi da mettere sul piatto per l'elettorato che ne trarrebbe beneficio (diciamo < 50 anni?).