Titolo

Mr. Stefano e Dr. Fassina

5 commenti (espandi tutti)

Gran bella domanda, a cui non saprei bene come dare risposta. In primo luogo, l'etichetta di ''liberista'' in Italia si tende ad appiccicare un po' a casaccio, il ché implica che è un po' difficile dire chi è organicamente non-liberista. Tanto per dire, secondo te lavoce.info è liberista o meno? 

Seriamente, prima di iniziare a scrivere per nFA e di scoprire che secondo la cultura italiano io sono un selvaggio neoliberista, io mi consideravo un economista mainstream un po' banalotto (mi considero ancora tale). In Italia ci sono ancora sparute sette che si autoproclamano eterodosse, ma visto che chiedi fatti e argomentazioni solide non vale la pena parlarne. Qualcuno sa dare una risposta migliore?

a proposito, lei come valuta il sito di Boeri, Scarpa etc?

Dave, non facciamo i bambini!

http://www.lavoce.info/

Personalmente li definirei ancora liberisti: non credo che a livello di idee astratte siano così distanti da noi, tanto che il buon Panunzi sta allegramente col piede in due scarpe.Non credo soddisfi a pieno la richiesta di bzbiz.

Di sicuro hanno un' "agenda di sinistra" che mi pare più un impaccio che altro (vedi sotto), e lo scarso rilievo dato ai commenti lo tiene più chiuso di nFA.

Dico un impaccio perchè spesso sono in linea con PD e dintorni, ma mi pare succeda perchè cercan di "vendergli" qualche progetto tipo il contratto di Boeri: l' intenzione magari è buona, ma un lettore confuso fatica a distinguere la marchetta politica dalla divergenza di opinioni.

non era per fare i bambini (era una domanda, il prof Scarpa tra l'altro lo conosco bene e personalmente, devo anzi sostenere un esame con lui!) era una semplice domanda che traeva spunto da ragionamenti miei personali che afferivano a quanto lei stesso ha poi detto

Di sicuro hanno un' "agenda di sinistra" che mi pare più un impaccio che altro (vedi sotto), e lo scarso rilievo dato ai commenti lo tiene più chiuso di nFA.

Dico un impaccio perchè spesso sono in linea con PD e dintorni, ma mi pare succeda perchè cercan di "vendergli" qualche progetto tipo il contratto di Boeri: l' intenzione magari è buona, ma un lettore confuso fatica a distinguere la marchetta politica dalla divergenza di opinioni.