Titolo

Crisi finanziaria, versione 750 miliardi di euro

2 commenti (espandi tutti)

 Indipendentemente da chi lo abbia detto (Pizzati, Stiglitz, ZIngales) non mi sembra uno scenario del tutto impossibile. Concordiamo su due punti

a) per rimanere nella stessa area monetaria con la Germania i paesi mediterranei dovrebbero rimettere a posto i conti pubblici con misure strutturali molto radicali di  breve periodo E nello stesso momento introdurre misure attrettanto radicali per aumentare la competitività del settore privato (liberalizzazioni, riforma PA) al fine di raggiungere un tasso di crescita abbastanza elevato

b) la popolazione dei paesi mediterranei stessi non sembra disposta ai sacrifici necessari ed i politici assecondano tale riluttanza scaricando le colpe sui cattivi speculatori e diffondendo l'illusione che bastino provvedimenti finanziari

ne consegue che

c) o la Germania cambia idea e finanzia in eterno la bella vita delle popolazioni mediterranee stesse (comprando i loro titoli di stato in cambio di solide Mercedes) o una moneta comune fra Germania e paesi mediterranei   diventa non sostenibile nel lungo periodo

Non so come potrebbe succedere tecnicamente, ma il problema di lungo periodo mi sembra chiaro

Dove sbaglio?

Questo non ha nulla a che vedere con le preferenze personali sull'euro. Io personalmente preferirei rimanere nell'euro ed auspico che i miei connazionali cambino atteggiamento - o almeno quelli che vivono nella mia zona :-).

 

 

Non si capisce perchè i paesi mediterranei dovrebbero trovare conveniente l'adozione di una moneta comune di serie B che replicherebbe le loro vecchie divise, comunque togliendo loro della flessibilità nella politica monetaria nazionale. Allora tanto vale resuscitare le singole monete nazionali. Ognuno per sè e Dio per tutti. La proposta di Zingales non sta in piedi.

Con l'euro questi paesi hanno ottenuto bassi tassi di interesse e di inflazione, perdendo la possibilità di effettuare svalutazioni competitive e discrezionalità nella politica monetaria. Ovviamente avrebbero dovuto ringraziare e rigare dritto. Invece uno di questi  (la Grecia) ne ha approffittato oltre i limiti e gli altri, invece di castigarlo come meritava, cercano di tenerlo galla, rischiando di far saltare tutta la costruzione.