Titolo

Crisi finanziaria, versione 750 miliardi di euro

2 commenti (espandi tutti)

a me non sembrano ragionevoli altre cose nel discorso, non il confronto nord sud.

Chi stabilisce quali sono i benchmark? chi stabilisce qual è il livello giusto di tasse da pagare e il livello giusto di servizi da ottenere in cambio? Non possono essere cose aleatorie lasciate alla percezione del singolo, quindi i livelli non possono che essere quelli previsti dalla legge.

In uno stato decentemente funzionante secondo me e' sensato domandarsi e proporre quale sia il giusto livello di tassazione.  Ma l'Italia e' uno Stato cosi' indecente rispetto anche a quelli piu' vicini e comparabili, come Francia, Germania e Spagna, che per migliorare rispetto a come siamo ora e' sufficiente confrontare coi suddetti Paesi e cercare di avvicinarsi ai loro standard.

Non so dire se la tassazione che c'e' in Francia e Germania sia l'ottimo (per la mia sensibilita' la tassazione specie francese e' certamente eccessiva) tuttavia mi accontenterei come primo umile passo che l'Italia si avvicinasse alla media franco-tedesca come pressione tributaria, come evasione fiscale, e come efficienza e articolazione della spesa statale.  Una volta rimosse le piu' ridicole assurdita' del Belpaese, come gli stipendi dei barbieri del Parlamento e il Quirinale che costa N volte Buckingham Palace (e tante altre cose) allora avrebbe senso - a mio parere - chiedersi se si puo' fare ancora meglio.  Quindi per me i benchmark sono oggi Francia e Germania, l'Italia e' molto al di sotto, e mi accontenterei di avvicinarmi piuttosto che allontanarmi.

Re(9): Zapatero

Malthus 13/5/2010 - 10:25

quoto