Titolo

Crisi finanziaria, versione 750 miliardi di euro

1 commento (espandi tutti)

Altri han gia' risposto nei commenti precedenti con parole che, grosso modo, condivido.

 

Che l'euro non fosse una buona idea io lo sostenevo nel lontano 1995, ma questo ora non e rilevante. Nel 2010 ero incerto sul tradeoff fra reputazione e politiche monetarie indipendenti. Oggi, alla luce di quanto han fatto i i politici italiani, spagnoli, etc.,  la reputazione mi sembra il fattore dominante assieme al fatto che, se lasciato a se stessi,  i governi di quei paesi mai adotterebbero la benche' minima riforma strutturale. Insomma, oggi tornare alla lira  implica una patrimoniale sostanziale sui detentori di debito pubblico ed una fuga dal medesimo con ovvie conseguenze disastrose per tutti. Mi sembra ovvio e non capisco perche' perdere tempo a dibattere le assurdita' che questi due propinano agli ignavi ascoltatori di quella pessima piazzata ideologica che e' ultima parola. Se qualcuno ci trova qualcosa di razionale e sa descrivermi come un ritorno alla lira funzionerebbe, lo scriva e mi sforzero' di capire se vi sia alcunche' di sensato . Ma lo dubito.